Weekend particolare quello che si è appena chiuso al box-office: mentre negli Stati Uniti si attende l’uscita di Thor: Ragnarok, nel resto del mondo il blockbuster dei Marvel Studios si è piazzato in testa alla classifica totalizzando oltre 107.6 milioni di dollari (il 22% in più dell’esordio internazionale di Doctor Strange). Intanto, una buona fetta di pubblico in tutto il mondo ha visto in binge watching Stranger Things 2.

A dominare la classifica americana è stato Jigsaw, ottavo capitolo della saga di Saw – L’Enigmista arrivato sette anni dopo l’epilogo. Con 16.25 milioni di dollari, il film totalizza il secondo peggior esordio della saga (persino il primo film incassò di più: 18.2 milioni di dollari, chiudendo con oltre 100 milioni nel mondo). Poco male: costato una decina di milioni, in tutto il mondo ne ha già incassati 25, e chiuderà con una cifra che basterà a giustificare l’investimento (e a riproporre gli altri episodi in home video), portando il franchise a oltre 900 milioni di dollari complessivi nel mondo.

Scende al secondo posto Tyler Perry’s Boo 2! A Madea Halloween, con 10 milioni di dollari e un totale di 35 milioni in dieci giorni. Al terzo posto scivola Geostorm, con 5.6 milioni di dollari e 23.5 milioni complessivi in dieci giorni: grazie ai 34.1 milioni di dollari dell’esordio in Cina, il film sale a 136 milioni in tutto il mondo, una cifra comunque ridotta visti i 120 milioni di budget.

Al quarto posto Happy Death Day incassa 5 milioni di dollari per un totale di 48.3 milioni di dollari, ennesimo successo firmato Blumhouse (è costato meno di 5 milioni di dollari). Chiude la top-five Blade Runner 2049, con 3.9 milioni di dollari e un totale di 81.3 milioni di dollari negli USA. Debutto molto deludente in Cina per il blockbuster: solo 7.6 milioni di dollari e una misera terza posizione, per un totale globale di 223 milioni di dollari (ne è costati 150).

Al sesto posto apre Thank You for Your Service: costato 20 milioni di dollari, il film con Miles Teller e Amy Schumer ne ha raccolti solo 3.7 milioni. Settima posizione per Only the Brave, con 3.4 milioni di dollari e 11.9 milioni complessivi, mentre all’ottavo troviamo The Foreigner, con 3.2 milioni di dollari e 28.8 milioni complessivi.

Molto deludente, al nono posto, il debutto di Suburbicon: il film veneziano raccoglie solo 2.8 milioni di dollari (con una media di soli 1.300 dollari per sala e un CinemaScore bassissimo, D-): si tratta di uno dei peggiori esordi per la carriera di George Clooney e Matt Damon.

Chiude la top-ten It, con 2.4 milioni di dollari e 323 milioni complessivi (666 nel mondo).

Da notare un altro record negativo stabilito nel weekend: la Dimension Films ha distribuito Amityville: the Awakening in soli dieci cinema per un solo spettacolo sabato, per un totale di 742 dollari nel weekend. Girato nel 2014, il film è uscito gratuitamente su Google Play qualche settimana fa e arriverà in home video il mese prossimo.