La notizia che sta tenendo banco nelle ultime ore è quella relativa al fatto che John Lasseter, l’uomo dietro l’intera divisione animata della Disney (direttore creativo sia dei Walt Disney Animation Studios che dei Pixar Animation Studios) e consigliere creativo principale dei Walt Disney Imagineering, ha annunciato attraverso un memo ai suoi impiegati di aver deciso di prendersi una pausa di sei mesi con effetto immediato.

La motivazione è imputabile ai “passi falsi” che Lasseter avrebbe commesso in seno alla Pixar: si parla di abbracci non richiesti o gesti che avrebbero superato i confini del “lecito” in qualsiasi forma o maniera.

Secondo l’Hollywood Reporter Rashida Jones e Will McCormack, sebbene ancora accreditati come sceneggiatori di Toy Story 4, avrebbero lasciato il progetto dopo una avance da parte di Lasseter nei confronti della Jones, e non per le classiche “divergenze creative” comunicate ufficialmente.

Adesso è arrivata la dichiarazione ufficiale dei due, dichiarazione che smentisce le molestie, descrivendo però un ambiente lavorativo tutt’altro che piacevole in quel di Emeryville:

Ecco il comunicato pubblicato da Entertainment Weekly:

La rapidissima velocità con cui i giornalisti hanno indicato il prossimo colpevole rende alcuni report del tutto irresponsabili. Non abbiamo lasciato la Pixar a causa di avance non richieste. Si tratta di un’affermazione falsa. Le nostre strade si sono divise per motivi principalmente creativi e, cosa più importante, per via di differenze nella filosofia del lavoro. C’è un’incredibile quantità di talento alla Pixar e rimaniamo grandissimi fan delle pellicole prodotte dallo studio. Detto ciò, si tratta anche di un luogo con una cultura del lavoro dove le voci e le opinioni creative delle donne e delle persone di colore non ricevono adeguato sostegno.

Nel mentre, un portavoce della Disney ha reso noto a mezzo stampa che:

Ci impegniamo a mantenere un ambiente di lavoro in cui tutti i dipendenti sono rispettati e esortati a fare del loro meglio. Apprezziamo il candore e le sincere scuse di John e gli diamo tutto il nostro supporto in questo suo ritiro sabbatico.

Chiaramente vi terremo aggiornati sugli sviluppi…

Consigliati dalla redazione