Star Wars: Mark Hamill ha interpretato Luke Skywalker per un piccolo fan malato terminale

tempo di lettura 3'
Come raccontato dallo sceneggiatore Ed Solomon, e come riportato in queste ore da parte della stampa di settore, Mark Hamill ha avuto modo di interpretare Luke Skywalker non solo sul set di Star Wars, ma anche a seguito di una richiesta di aiuto da parte di una famiglia.

Hamill ha infatti acconsentito alla richiesta di incontrare un bambino malato terminale, innamorato di Star Wars, profondamente desideroso di conoscere il suo eroe. Per via delle complicazioni dovute alla malattia, il piccolo fan della saga non ha difatti la capacità di realizzare che Luke è un personaggio di fantasia. Hamill ha dunque accettato immediatamente di incontrarlo per regalargli la gioia di poter parlare con uno dei grandi protagonisti della galassia lontana lontana.

A raccontare l’aneddoto è stato lo sceneggiatore Ed Solomon, che è riuscito a coinvolgere Hamill affinché incontrasse il piccolo spettatore, figlio di un amico di famiglia.

Come rivelato da Solomon:

Quando il figlio di un caro amico – un bambino che tragicamente sta morendo per via di una malattia terminale – ha espresso il desiderio di incontrare Luke Skywalker, suo padre mi ha chiesto di provare a fare una telefonata, dal momento che io ero l’unico contatto che la famiglia aveva con lo show business. Non avendo mai conosciuto Mark Hamill, ho chiamato il suo agente e gli ho parlato di questo adorabile giovane fan innamorato di Star Wars che desiderava incontrare non tanto Mark Hamill ma proprio Luke Skywalker (purtroppo, l’evoluzione dello stato mentale del ragazzo – per via della malattia – non gli consente di comprendere che Luke è un personaggio inventato). L’agente mi ha detto che avrebbe chiamato Mark ma mi ha comunque invitato, seppur a malincuore, a non fare affidamento su una possibilità del genere. Novanta secondi dopo ho ricevuto una telefonata da Mark Hamill in persona, che mi ha immediatamente detto di sì e mi ha dato il suo indirizzo di casa. Non solo ha accettato di incontrare il bambino, ma ha anche passato ore e ore a rispondere a una gran quantità di domande (spesso identiche, ripetute più volte per via della malattia del piccolo) rimanendo sempre nel personaggio di Luke. Proprio ora, mentre scrivo di ciò che è accaduto, sento scendermi le lacrime. Mark è stato comprensivo, gentile e molto paziente. E davvero, tutto questo ha significato moltissimo per il bimbo e per la sua famiglia.

Qui di seguito il tweet di Solomon:

 

 

 

 

Hamill torna nei panni di Luke Skywalker in Star Wars: Gli Ultimi Jedi, ottavo capitolo della saga, in uscita a dicembre.

Nel cast torneranno Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong’o, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Anthony Daniels, Gwendoline Christie, Kelly Marie Tran, Laura Dern e Benicio Del Toro.

Trovate tutte le informazioni sul film, con gli aggiornamenti e le novità, nella scheda.

Scritto e diretto da Rian Johnson, Star Wars: Gli Ultimi Jedi è prodotto da Ram Bergman e Kathleen Kennedy, uscirà il 15 dicembre 2017, il 13 in Italia.

Fonti: Ed SolomonCB