È Maze Runner – la Rivelazione a battere Jumanji: Benvenuti nella Giungla dopo tre settimane di dominio incontrastato al box-office americano.

Il terzo film della saga incassa 23.5 milioni di dollari, un calo rispetto ai 32.5 milioni del debutto del secondo film e ai 30.3 milioni di dollari del primo film, ma va detto che questo epilogo arriva dopo il rinvio della pellicola a causa dell’incidente del protagonista Dylan O’Brien. La pellicola domina anche gli incassi internazionali con un weekend da 62.6 milioni di dollari e un totale di ben 105.5 milioni di dollari nel mondo (ne è costati 62).

 

Al secondo posto Jumanji incassa ancora ben 16.4 milioni di dollari (con solo il 16% di calo rispetto a una settimana fa), salendo a 338 milioni di dollari che salgono a 822 milioni di dollari complessivi.

Terza posizione per Hostiles: il film di Scott Cooper amplia la distribuzione a iù di 2.800 cinema e incassa 10.2 milioni di dollari, per un totale di 12.1 milioni di dollari.

Quarta posizione per The Greatest Showman, che cala pochissimo (solo il 10%) e incassa 9.5 milioni per un totale di 126.5 milioni di dollari (260 in tutto il mondo, ne è costati 84). Chiude la top-five The Post, con 8.9 milioni di dollari e un totale di 58.5 milioni di dollari (ne è costati 50).

La miglior media della top-ten appartiene all’indiano Padmaavat, che debutta al decimo posto e incassa 4.2 milioni di dollari in soli 324 cinema, con una media di oltre 13mila dollari per sala.

Tra i nominati all’Oscar, La Forma dell’Acqua sale all’ottavo posto (grazie anche a un’espansione in 1.800 cinema) incassando 5.7 milioni di dollari e salendo a 37.6 milioni complessivi. Tre Manifesti sale al tredicesimo posto (espansione in 1.400 cinema) e incassa 3.6 milioni di dollari, salendo a 37 milioni complessivi. Chiamami col tuo Nome tiene molto bene (-6%) e si piazza 22esimo, con 1.3 milioni di dollari e 11.3 milioni complessivi.