Come sapete, Harry Potter è tornato su Italia 1 per una maratona di ben otto settimane. Ogni martedì alle 21.20 sarà riproposto un film della saga degli otto film nati dalla mente di J.K. Rowling e prodotti dalla Warner Bros. Pictures.

In vista di questa sera, ecco una serie di curiosità sul quarto film – Harry Potter e il Calice di Fuoco – diretto da Mike Newell e approdato al cinema il 25 novembre 2005.

Sebbene avesse ricevuto un’offerta per tornare in cabina di regia, Alfonso Cuaròn rifiutò la proposta per dedicarsi interamente alla post-produzione del terzo film della saga. E così a lui subentrò Mike Newell, regista inglese dietro Donnie Brasco e Quattro Matrimoni e un Funerale.

A seguire, alcune curiosità:

  • Lo scenografo Stuart Craig aveva pensato a degli spalti sott’acqua per assistere alla seconda prova del Torneo Tremaghi, ma l’idea fu scartata.
  • Per costruire il drago sputa-fuoco per la scena in cui Harry scopre dei draghi, la produzione riciclò dei pezzi del basilisco della Camera dei Segreti.
  • Durante le riprese della scena in cui Hermione scende verso la Sala Grande, Emma Watson inciampò nel vestito e cadde dalle scale.
  • Il regista Mike Newell non aveva idea che Alan Rickman indossasse delle lenti a contatto nere per interpretare Piton. Un giorno si avvicinò all’attore per fargli i complimenti per la “splendida tonalità dei suoi occhi” e Alan di tutta risposta si tolse una lentina.
  • Le scene sott’acqua per la Seconda Prova furono girate grazie a un’enorme vasca d’acqua. Daniel Radcliffe passò un totale di 41 ore immerso.
  • Calì e Padma Patil nel libro appartengono a due Case diverse, mentre nel film alla stessa. Le due gemelle sono però interpretate da due attrici che non hanno alcun vincolo di sangue, Shefali Chowdhury e Afshan Azad.
  • Stanislav Ianevski, che interpreta Viktor Krum, ha solamente due battute nel film per un totale di 20 parole.
  • Mike Newell si oppose all’idea della Warner Bros. di dividere il lunghissimo libro in due film. Disse di essere in grado di condensare le numerose pagine in un solo film rimuovendo tutto il superfluo.
  • Primo film a non iniziare con una scena con protagonista Harry. Come nel libro, il film si apre a Casa Riddle.
  • Dobby e Winky furono tagliati dal film per motivi di tempo. Alla Coppa del Mondo di Quidditch, tuttavia, si vedono due elfi domestici a bordo di due cammelli, proprio durante l’arrivo di Harry e gli altri al campeggio.
  • Sia durante la prima prova che durante la seconda, in alcuni momenti Harry fu ricreato in digitale a causa dei movimenti troppo complicati.
  • Mike Newell ottenne un compenso di 1 milione di dollari per aver diretto il film
  • Percy era presente nella bozza iniziale del copione. Il contratto di Chris Rankin, tuttavia, prevedeva soltanto 4 apparizioni per i primi cinque film della saga, così l’attore scelse di comparire nel quinto, in cui il suo ruolo avrebbe dovuto essere più esteso.
  • L’unico film di Harry Potter senza Julie Walters (Molly Weasley) e il primo senza i Dursley.
  • Il film ci mostra Durmstrang come una scuola maschile e Beauxbatons come una femminile; nel libro, al contrario, si tratta di scuole miste.
  • Primo film a ottenere un visto censura PG-13 negli Stati Uniti.
  • Il personaggio di Nigel fu inventato di sana pianta. Il suo carattere però è molto simile a quello di Colin Canon, tant’è che potrebbe essere il sostituto del fratellino Dennis.
  • John Williams decise di non comporre la colonna sonora per dedicarsi a Memorie di una Geisha (2005).
  • Più di 3.000 ragazze si presentarono al provino per Cho Chang il 7 febbraio 2004. Il ruolo toccò a Katie Leung.
  • Il ruolo di Rita Skeeter fu offerto a Rosamund Pike, ma l’attrice rifiutò.
  • In una delle prime stesure della sceneggiatura c’era anche una sotto trama relativa a Ludo Bagman, per cui si diceva che Martin Landham fosse in lizza. Alla fine il ruolo venne tagliato.
  • Brendan Gleeson (Moody) e Daniel Radcliffe erano già apparsi insieme nel fim Il sarto di Panama (2001), il primo ruolo in assoluto di Radcliffe.
  • Ralph Fiennes suggerì di non mutare digitalmente il colore dei suoi occhi da azzurro a rosso. Credeva che solo attraverso il suo vero sguardo avrebbe potuto comunicare la pazzia, l’ossessione e malvagità del Signore Oscuro.
  • L’ultima scena ad essere girata fu proprio la prima con il trio a inizio film: Hermione che sveglia Harry alla Tana.
  • Il primo teaser trailer del film arrivò a maggio 2005, il trailer internazionale ad agosto e il full trailer a settembre.
  • Nel film compaiono cinque attori che hanno interpretato Winston Churchill: Robert Hardy lo ha interpretato in Ricordi di guerra (1988), Timothy Spall in Jackboots on Whitehall (2010) e in Il Discorso del Re (2010), Brendan Gleeson in Into the storm – La guerra di Churchill (2009), Michael Gambon in Churchill’s Secret (2016) (TV) e Gary Oldman in L’ora più buia (2017).
  • Quando Harry osserva i ricordi nel Pensatoio ci finisce anche dentro fisicamente. Nei film successivi si decise di eliminare questo espediente.
  • L’unico film del franchise in cui Hermione non lancia un incantesimo
  • Su un giornale c’è scritto “Harry Potter e il Torneo Tremaghi”: si tratta del titolo che J.K. Rowling pensò di dare al quarto libro.
  • Tra le scene tagliate si può ascoltare il coro di Hogwarts, di cui si parla spesso nei libri.