È finita per vie legali una spiacevole vicenda riguardante delle accuse a uno degli ex collaboratori di Stan Lee circa la gestione delle finanze del celebre autore e produttore della Marvel.

Jerry Olivarez, che negli anni è stato molto vicino agli affari e agli interessi di Lee, è stato accusato di aver sottratto a questi la somma di 1,4 milioni di dollari, allo scopo di acquistare un appartamento a West Hollywood, nonché di aver ideato una falsa campagna di beneficenza mirata a vendere fumetti contenenti stampe realizzate con il sangue di Lee. Nelle carte, è indicato chiaramente che “Lee non ha mai approvato un’iniziativa del genere né ha mai consentito la commercializzazione del proprio sangue come oggetto di merchandising o di qualsiasi altro scopo”. Olivarez, oltre all’acquisto di un appartamento da 850mila dollari con finanze sottratte indebitamente a Lee, avrebbe anche manomesso il testamento di questi con l’idea di risultare come uno dei beneficiari insieme ai legittimi eredi. È anche accusato di aver sottratto a Lee gioielli e denaro contante.

Le carte con le accuse sono disponibili a questo link.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte: Variety