Weekend del Memorial Day in crescita al box-office nordamericano: un anno fa nei quattro giorni venivano infatti incassati 173 milioni di dollari, mentre quest’anno ne sono stati raccolti 224. Ciononostante delude il debutto di Solo: a Star Wars Story, che dopo aver incassato circa 84 milioni di dollari tra venerdì e domenica, chiude i quattro giorni con soli 103 milioni di dollari. Le proiezioni della vigilia dell’uscita parlavano di 130/150 milioni di dollari, ma le stime definitive danno un risultato davvero poco entusiasmante. Solo è il film più costoso della saga di Star Wars sotto la gestione Disney: anche a causa delle riprese aggiuntive e del cambiamento di regista il budget è schizzato oltre i 250 milioni di dollari (senza contare il marketing), e con un esordio mondiale di soli 168 milioni di dollari dovrà tenere molto bene per superare abbondantemente il mezzo miliardo di dollari globali. I motivi di questo debutto in sordina sono parecchi: il weekend del Memorial Day è meno ricco rispetto una volta a causa dei numerosi tentpole ormai sparsi per tutta la primavera (Black Panther, Avengers – Infinity War e Deadpool hanno saturato il mercato), inoltre solo cinque mesi fa Gli Ultimi Jedi dominava le classifiche mondiali.

Al secondo posto Deadpool 2 incassa altri 55 milioni di dollari, salendo a 219 milioni di dollari negli USA e mezzo miliardo di dollari in tutto il mondo. Terzo posto per Avengers: Infinity War, che incassa 21.2 milioni di dollari e sale a 626 milioni complessivi e 1.9 miliardi nel mondo.

Quarta posizione per Book Club, che incassa 12.5 milioni di dollari e sale a 34.8 milioni complessivi. Al quinto posto Life of the Party incassa 6.9 milioni di dollari e sale a 41 milioni complessivi. Seguono Breaking In (5.7 milioni, 37.3 milioni complessivi), Show Dogs (4.5 milioni, 12.1 milioni complessivi), Overboard (4.3 milioni, 42.8 milioni complessivi), A Quiet Place (3 milioni, 180 milioni complessivi) e RBG (1.5 milioni, 6 milioni complessivi).