Esordio “mostruoso” per Shark: il Primo Squalo negli Stati Uniti e in tutto il mondo. Il blockbuster della Warner Bros. ha infatti superato ogni aspettativa: se inizialmente ci si aspettava un weekend da 25/30 milioni di dollari negli USA, alla fine ha raccolto ben 44.3 milioni di dollari, cui vanno ad aggiungersi 97 milioni incassati in 42 territori, per un totale di 141.3 milioni in tutto il mondo. Un lancio che lascia ben sperare per il successo del film: fino a qualche giorno fa infatti si pensava che il budget monstre da 130/150 milioni di dollari sarebbe stato difficile da recuperare.

Tiene molto bene Mission: Impossible – Fallout, che al suo terzo weekend perde solo il 43% e incassa altri 20 milioni di dollari, salendo a quasi 162 milioni negli USA (i 200 finali sono ormai certi). Nel resto del mondo il film ha incassato altri 38.4 milioni di dollari in 59 territori, salendo a 437.5 milioni in tutto il mondo.

Scende al terzo posto Christopher Robin: la pellicola Disney incassa 12.4 milioni di dollari, salendo a 50 milioni complessivi negli USA. Buon esordio per Slender Man, che con 11.3 milioni di dollari al quarto posto supera le aspettative della Sony Screen Gems (ne è costati una decina).

Ottimo esordio per BlacKkKlansman: con 10.8 milioni di dollari in tre giorni, il film registra il terzo miglior esordio per il regista Spike Lee, con la seconda media della classifica.

Al sesto posto Il Tuo Ex non Muore Mai incassa 6.6 milioni di dollari (24.5 complessivi), mentre al settimo Mamma Mia! Ci Risiamo incassa 5.8 milioni di dollari e sale a 103.8 milioni di dollari, per un totale globale di 280 milioni di dollari (ne è costati 75). The Equalizer 2, all’ottavo posto, incassa 5.5 milioni di dollari e sfiora i 90 milioni complessivi, mentre al nono posto Hotel Transylvania 3 incassa 5.1 milioni di dollari e sale a 146 milioni complessivi. Chiude la top-ten Ant-Man and the Wasp, con 4 milioni di dollari e 200 milioni complessivi negli USA (448 nel mondo).

Da notare, al dodicesimo posto, l’esordio davvero pessimo di Dog Days, con 2.6 milioni di dollari (e una media per sala di soli mille dollari).

Consigliati dalla redazione