Dopo la travagliatissima esperienza di Justice League, afflitta da problematiche produttive e tragedie personali, Zack Snyder è pronto a tornare dietro alla machina da presa.

E lo farà con lo zombie movie Army of the Dead che dirigerà e produrrà per Netflix insieme a sua moglie Deborah.

Snyder è anche autore della storia la cui sceneggiatura è stata poi realizzata  da Joby Harold. L’avventura sarà ambientata a Las Vegas durante un’epidemia zombi. Sarà in questo contesto che un uomo metterà insieme un gruppo di mercenari per avventurarsi nella zona di quarantena per cercare di portare a termine la più grande rapina mai fatta.

Netflix ha raccolto il progetto precedentemente in mano alla Warner Bros. e il budget, stando ai primi dettagli pubblicati dall’Hollywood Reporter, potrebbe arrivare ai 90 milioni di dollari.

Snyder ha espresso senza mezzi termini la sua eccitazione proprio dalle pagine del magazine citato con una dichiarazione che sembra una frecciatina diretta alla Warner e alle “briglie produttive” cui è dovuto sottostare durante la realizzazione di Batman v Superman e Justice League:

Non avrò alcun tipo di limitazione questa volta.

Per il filmmaker si tratta della proverbiale quadratura del cerchio. Il suo debutto cinematografico è avvenuto proprio con uno zombie movie, il remake di Dawn of the Dead datato 2004, prodotto al tempo per la Universal da Scott Stuber, diventato nel mentre il boss della produzione cinematografica di Netflix.

Vi terremo aggiornati…

Consigliati dalla redazione