Sul red carpet di Avengers: Endgame a Los Angeles, qualche giorno fa, non c’erano solo le superstar del film, ma anche le persone che hanno lavorato dietro le quinte.

Una di queste è Sarah Finn, direttrice casting presso i Marvel Studios sin dall’inizio di quest’avventura cinematografica decennale: è una delle poche persone ad aver lavorato a ogni singolo film della saga.

Intervistata da Variety, la Finn ha ammesso che il casting più difficile di tutti è stato quello di Guardiani della Galassia, non solo perché bisognava convincere degli attori di chiara fama a interpretare un procione e un albero, ma perché inizialmente Chris Pratt non volle nemmeno fare l’audizione per Peter Quill / Star Lord:

Sono tutti difficili in maniera diversa, i casting, ma direi che Guardiani della Galassia è stato il più complesso. James Gunn è stato molto generoso nel dire che io ho insistito così tanto con il fatto che Chris Pratt sarebbe stato perfetto per la parte, al punto da arrivare a infastidirlo, ma la verità è che il vero problema era Pratt: non voleva la parte e si rifiutò di partecipare all’audizione! Quando finalmente lo convinsi a fare il profino, James mi rispose che non voleva più incontrarlo e che stava pensando ad altri attori, e quello fu il momento più complicato. Fui davvero felice di farli incontrare, alla fine. Onestamente è stato uno di quei momenti “eureka!” di cui parliamo spesso nel mondo del casting: quando sembra l’attore giusto per il film giusto. James si è girato dopo dieci secondi e ha esclamato: “è lui!”

Stavamo provinando moltissimi attori, tutti incredibili in maniera diversa, ma continuavo a sentire Chris nella mia testa. È stato fantastico quando ha deciso di essere interessato, e ora è una leggenda. È la persona giusta.

 

Guardiani della Galassia Vol. 3, diretto da James Gunn, verrà realizzato dopo The Suicide Squad e uscirà presumibilmente nel 2021 o 2022.