A meno che non abbiate vissuto lontani e lontane da internet negli ultimi giorni, sapete che Halle Bailey sarà Ariel nell’adattamento live action della Sirenetta. Annuncio che ha generato una buona dose polemiche.

Sabato scorso, alla Florida Supercon, Jodi Benson, voce originale di Ariel nel Classico Disney del 1989, ha potuto dire la sua (via CB.com) difendendo il casting della giovane collega.

Quello che conta davvero è lo spirito del personaggio. Ad avere importanza sono il cuore, lo spirito o gli spiriti dei personaggi, a contare è quello che metti in piazza […] La caratteristica più importante di un lungometraggio è quella di saper raccontare una storia. Dobbiamo essere dei raccontastorie e il nostro aspetto esteriore non ha alcuna rilevanza, così come la razza, la nazione, il colore della pelle, il dialetto, se siamo alti o bassi, in sovrappeso o meno, il colore dei capelli. C’è bisogno di raccontare una storia. Ed è quello che vogliamo fare: stabilire una connesione col pubblico. E per mia esperienza, so bene che è la questione che, in Disney, hanno più a cuore. Vogliono parlare a tutti noi del pubblico per farci innamorare di nuovo di questo film.

La squadra produttiva che porterà il celebre personaggio Disney sul grande schermo è composta da nomi che hanno già collaborato in passato con il regista Rob Marshall, come la costumista Colleen Atwood  (Chicago, Memorie di una Geisha) e lo scenografo John Myhre (Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare, Nine).

Scritto da David Magee e Jane Goldman (Kick-Ass, Kingsman), questo adattamento in live action comprenderà anche le musiche originali composte da Alan Menken per il film animato del 1989 insieme a Lin-Manuel Miranda  (Oceania, Mary Poppins Returns).

Le riprese dovrebbero partire nel corso del 2020 e svolgersi in Sud Africa e a Porto Rico per un’uscita cinematografica nel 2021.

Consigliati dalla redazione