Dopo le prime reazioni sui social, oggi tocca alle prime recensioni di Il Re Leone, che uscirà al cinema tra pochi giorni negli Stati Uniti e a fine agosto in Italia.

Trattandosi di recensioni, contengono ovviamente giudizi molto più articolati sulla pellicola di Jon Favreau. Vi proponiamo estratti di alcune di esse:

  • USA Today – “Visivamente incredibile, questa versione aggiornata del Re Leone diretta da Jon Favreau colpisce i sensi con animali fotorealistici e ambientazioni africane immersive, tutto grazie a effetti visivi pazzeschi. […] Il resto è simile a un iconico musical di broadway, con un cast stellare di doppiatori e qualche miglioramento nella trama, anche se manca di originalità e magia.”
  • NY Post – “Ciò che è nuovo è l’incredibile stile d’animazione CGI. Il regista Jon Favreau propone nuovamente lo stesso processo fotorealistico utilizzato nel Libro della Giungla, e i risultati sono stupefacenti. […] Forse da soli gli effetti visivi bastano a giustificare il remake. Perché sebbene questa versione duri mezz’ora più del predecessore, chiunque cerchi qualcosa di originale rimarrà deluso.”
  • NY Times – “Più il film si avvicina alla natura nell’aspetto, più risulta artificioso in maniera intrusiva, spudorata e inutile.”
  • The Hollywood Reporter – “Tutto qui è così sicuro e addomesticato e calcolato attentamente da sembrare predigerito. Non c’è nemmeno una sorpresa nelle intere due ore di durata.”
  • Den of Geek – “Questo remix intrattiene ma, alla fine, è assolutamente dimenticabile e finisce per sembrare perfettamente inutile come il resto dei remake recenti della Disney.”
  • The Playlist – “I realizzatori del film e gli artisti degli effetti visivi erano così preoccupati di capire come rendere fotorealistico il remake animato di un amato classico Disney che nessuno si è fermato a pensare se fosse davvero il caso di farlo.”
  • EW – “Se sembra manchi un po’ d’aria al film, nonostante tutti quegli spazi aperti, forse è perché la CGI è realizzata in maniera così meticolosa che non lascia molto spazio alla spontaneità. […] La magia è praticamente intatta, e sebbene un nuovo film non fosse proprio necessario, è comunque un buon film.”
  • Indiewire – “Sembra il video deepfake più lungo e meno convincente, questo remake quasi fotorealistico del Re Leone diretto da Jon Favreau. Dovrebbe rappresentare il prossimo passo nel cerchio della vita della Disney, invece è una chimera senz’anima di un film, e risulta essere poco più che una tech demo realizzata da una gigantesca e avida conglomerata. Un autoritratto ben renderizzato ma privo di creatività di uno studio cinematografico che mangia la sua stessa coda.”
  • TheWrap – “Ci sono momenti in cui l’animazione sembra sciogliersi, nella quale solo i migliori interpreti sono sullo schermo e questa splendida storia emerge in tutta la sua grandiosità. Il resto del tempo sembra di assistere a una sorta di provino di una tecnologia straordinaria.”
  • /Film – “Quando non ci sono iene, leoni e altri animali che parlano, ci troviamo davanti a una straordinaria messa in mostra di una nuova tecnologia. Ma Il Re Leone non è un film muto, e ogni volta che i personaggi parlano improvvisamente sembrano perdere la loro vitalità.”
  • The AV Club – “È come se ogni decisione creativa fosse subordinata all’insistenza malaccorta del film verso il realismo, al mantenere il manierismo e i movimenti di queste creature magicamente intelligenti ‘credibile’. E così, tutti i piaceri finiscono per essere sminuiti: è come se stessimo guardando una bastardizzazione di un blockbuster.”
  • The Guardian – “In pratica, questo nuovo Re Leone è molto simile all’originale, e in questo senso è ovviamente guardabile e godibile. Ma mi mancava la semplicità e vividezza delle immagini disegnate a mano. Il cerchio della vita commerciale ha dato vita a questo digiclone-discendente. […] Non me la sento di inchinarmi, ma va comunque rispettato questo affascinante pezzo di intrattenimento.”

Scritto da Jeff Nathanson e diretto da Jon Favreau utilizzando la tecnica dell’animazione e del performance capture, il film vedrà un cast ricchissimo: Donald Glover sarà Simba, Beyonce Knowles-Carter sarà Nala, James Earl Jonestornerà come Mufasa, Chietwel Ejiofor sarà Scar, Alfre Woodard sarà Sarabi, John Oliver sarà Zazu, John Kane sarà Rafiki, Seth Rogen sarà Pumbaa, Billy Eichner sarà Timon, Eric Andre sarà Azizi, Florence Karumba sarà Shenzi, e Keegan-Michael Key sarà Kamari.

L’uscita in Italia è prevista per il 21 agosto 2019, negli USA il 19 luglio 2019.

Consigliati dalla redazione