ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU SPIDER-MAN: FAR FROM HOME

Dopo una pausa con Avengers: Endgame, le scene nei titoli di coda tornano in Spider-Man: Far From Home.

Ce ne sono ben due, e stavolta entrambe hanno una grande importanza. Ma che impatto avranno sulla Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel?

Andiamo con ordine.

LA PRIMA SCENA CAMBIA TUTTO DI SPIDER-MAN E IMPOSTA IL SEQUEL

Nella prima scena, torniamo su Spider-Man e MJ in volo per le strade di New York. I due atterrano, e dopo che la ragazza afferma di non voler provare più l’ebbrezza del volo con Spidey, su un megaschermo in mezzo alla strada parte un notiziario con una breaking news diffusa nientemeno che dal sito internet TheDailyBugle.net. Parte un filmato con J. Jonah Jameson, a sorpresa interpretato nientemeno che da JK Simmons (lo stesso che lo interpretò nella trilogia di Sam Raimi).

Nell’attuale UCM il Daily Bugle sembra una sorta di Breitbart, specializzato nella diffusione di fake news o scoop non verificati. La notizia in questione riguarda un filmato “truccato” in cui Mysterio, prima di morire (ammesso che sia davvero morto), afferma di essere stato abbattuto da Spider-Man, il quale avrebbe pilotato i droni di Tony Stark per fare una strage a Londra. Alla fine, Jameson rivela l’identità dell’uomo ragno: Peter Parker.

“Pensavamo sarebbe stato un bel parallelismo con il finale del primo Iron Man: tutti stanno chiedendo a Peter se sarà lui il prossimo Iron Man, ma lui sceglie di essere prima di tutto Spider-Man,” ha spiegato Jon Watts a CinemaBlend. “Ma siccome parliamo di Peter Parker, nulla va mai secondo i piani con lui. Così abbiamo pensato che non appena le cose avessero iniziato ad andare meglio… avremmo potuto cambiare le carte in tavola. Tony aveva scelto di rivelare l’identità di Iron Man al mondo, e ora è Mysterio a farlo. In un film tutto incentrato sulle bugie e sull’inganno, ci sembrava perfetto che il più grande segreto di Peter venisse svelato.”

Secondo Kevin Feige, questo permetterà di raccontare una storia di Spider-Man completamente inedita al cinema: “Siamo tornati a New York, e ci divertiamo a vedere Spider-Man svolazzare tra i grattacieli. Poi torniamo al classico J. Jonah Jameson che non vedevamo da tanto tempo… e poi, scopriamo che si trova in un contesto completamente nuovo. E al contempo, Spidey deve affrontare qualcosa di inedito: la sua identità è stata svelata. Qualcosa che non abbiamo mai visto al cinema. Sarà divertente, in futuro, vedere Spidey nuovamente nel suo elemento, fuori dall’ombra di Tony e degli altri Avengers, un eroe indipendente che deve affrontare una sfida slegata da quelle degli Avengers, degli alieni e tutto il resto. In futuro vedremo qualcosa di focalizzato su Peter, incentrato su di lui.”

“La cosa eccitante per noi è il fatto che questa scena ci apra a possibilità completamente inedite a livello di storia,” hanno affermato gli sceneggiatori Chris McKenna ed Erik Sommers a CB.com. “Nello stesso modo in cui, introducendo Spidey nei film dell’UCM, abbiamo potuto saltare le sue origini e la storia dello Zio Ben, facendogli sviluppare un rapporto con Tony Stark.”

LA SECONDA SCENA POTREBBE ESSERE UNA SVOLTA PER LA FASE 4 DELL’UCM

Nella seconda scena, invece, vediamo Maria Hill e Nick Fury in automobile. Fury a un certo punto si controlla la benda nello specchietto retrovisore e manda un messaggio vocale a… Nick Fury. I due agenti dello SHIELD che avevamo visto durante tutto il film erano infatti in realtà due Skrull mutaforma: Talos (Ben Mendelsohn) e sua moglie Soren (Sharon Blynn). Talos, nel vocale, aggiorna il vero Nick Fury di quanto accaduto e lo sollecita a intervenire di persona.

A questo punto ci spostiamo sul vero Nick Fury, che solo apparentemente sembra riposarsi al sole di una spiaggia caraibica. In realtà è una proiezione: si trova in un’astronave piena di Skrull che sembrano essere al suo comando. A quanto pare Fury, con l’aiuto degli Skrull, sta mettendo insieme SWORD, la divisione gemella “spaziale” dello SHIELD.

“Abbiamo parlato a lungo della possibilità di fare un film pieno di illusioni,” ha spiegato McKenna. “E alla fine lo stesso Nick Fury ne fa una delle sue, era un elemento divertente su cui lavorare. Ma non siamo nella posizione di dirvi cosa stia realmente facendo su quell’astronave, al momento.”

I fan dei fumetti, nell’apprendere che ci sono degli Skrull sulla Terra, avranno pensato subito a Secret Invasion. È possibile che vi siano altri Skrull sul pianeta? “È assolutamente una possibilità,” ha spiegato Sommers all’Hollywood Reporter. “Non abbiamo scritto nulla nello specifico, e non ci occupiamo noi di eventuali piani, ma penso che questa scena apra possibilità davvero intriganti.”

Quello che è certo è che il Nick Fury presente al funerale di T0ny Stark era quello vero, come ha recentemente confermato Jon Watts a ComicBook.com: “Vorrei chiarire la timeline: il Nick Fury alla fine di Avengers: Endgame è quello vero. Non è sempre stato uno Skrull, nulla di simile. Non è che è stato rimpiazzato da Talos dai tempi di Captain Marvel negli anni novanta!”

E il fatto che Nick Fury e Maria Hill fossero “temporaneamente rimpiazzati” da due Skrull spiega anche il motivo per cui queste due superspie sono cascate così facilmente nelle illusioni di Mysterio: “Fury e gli Skrull hanno un rapporto duraturo, specialmente ora che il pubblico ha visto Captain Marvel. Ma mi sono sempre domandato: come sarebbe possibile per Mysterio raggirare Fury? Sappiamo che il superpotere del capo dello SHIELD è l’essere super sospettoso! […] Volevo inserire questo piccolo colpo di scena finale per dare una risposta a questa domanda. Quando fai un film su un imbroglione, è bello inserire una svolta finale che ti fa guardare tutto con una nuova prospettiva”.

Per esempio, rivedendo il film noterete che Nick Fury a un certo punto si rivolge a Peter Parker parlando di “il tuo mondo”…

CORRELATI CON SPIDER-MAN: FAR FROM HOME

Nel film torneranno Tom Holland, Zendaya, Jacob Batalon, Marisa Tomei, Tony Revolori e saranno presenti anche Jake Gyllenhaal (nei panni di Mysterio), JB Smoove, Cobie Smulders e Samuel L. Jackson.

Questa la sinossi:

Il nostro amichevole Spider-Man di quartiere decide di partire per una vacanza in Europa con i suoi migliori amici Ned, MJ e con il resto del gruppo. I propositi di Peter di non indossare i panni del supereroe per alcune settimane vengono meno quando decide, a malincuore, di aiutare Nick Fury a svelare il mistero degli attacchi di creature elementali che stanno creando scompiglio in tutto il continente.

La pellicola diretta da Jon Watts è uscita il 2 luglio 2019, in Italia è arrivata il 10 luglio.

Consigliati dalla redazione