Come abbiamo avuto modo di spiegare in uno speciale apposito, le scene nei titoli di coda di Spider-Man: Far From Home hanno importanti implicazioni per quanto riguarda il sequel e la Fase 4, e contengono alcuni momenti sorprendenti.

Uno di questi è un cammeo davvero inatteso: quello di J.K. Simmons nei panni di J. Jonah Jameson. Ma a chi è venuta l’idea di coinvolgere nuovamente l’iconico attore della trilogia di Sam Raimi?

Lo spiega Kevin Feige in una lunga intervista rilasciata a Screen Rant:

È stata una delle prime idee alle quali abbiamo lavorato con Amy Pascal e la Sony quando esploravamo le possibilità del franchise di Spider-Man e spiegavamo ciò che avremmo voluto fare. Volevamo un Peter Parker più giovane, liceale. Volevamo portarlo in luoghi dove non era mai stato prima, farlo interagire con gli altri personaggi dell’Universo Cinematografico Marvel. E uno di loro era J. Jonah Jameson. Non era presente nei due film del reboot di Amazing Spider-Man, quindi ci sembrava il momento di reintrodurlo. Homecoming non era il film adatto, e Far From Home è ambientato al 95% via da New York.

Quindi lo abbiamo collegato all’opportunità di fare alcune cose: la prima, far vincere Mysterio in maniera inaspettata, attraverso un ultimo trucchetto. E quando parlavamo di Jameson, continuavamo a riflettere sul fatto che il concetto di “editore potente” non esiste più, non c’è più il concetto di andare in stampa, vendere giornali, è un’immagine romantica ormai datata. In Ultimates c’era il sito del Daily Bugle, cose così. Ma noi volevamo portarlo a un livello ancora più contemporaneo, con i giornalisti radicali di destra e sinistra che urlano nei videoblog. Ci siamo detti: “Chi potrebbe farlo?”

Il punto è che J.K. Simmons è un attore così versatile. Basti pensare a cos’ha fatto in questi anni, dopo Spider-Man. Whiplash è uno dei suoi migliori lavori. Può sembrare sempre lo stesso attore, con quel tono di voce… ma interpretando personaggi completamente diversi. Non era mai stato fatto prima d’ora, e ci piaceva l’idea di portare al cinema un nuovo Jameson. Non viene da un’altra dimensione, da un altro universo. È un nuovo Jameson, solo che è interpretato dallo stesso attore.

Possiamo quindi aspettarci che J.K. Simmons sia nel cast del prossimo film di Spider-Man e interpreti un J. Jonah Jameson inedito, simile a un Alex Jones.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

CORRELATI CON SPIDER-MAN: FAR FROM HOME

Nel film torneranno Tom Holland, Zendaya, Jacob Batalon, Marisa Tomei, Tony Revolori e saranno presenti anche Jake Gyllenhaal (nei panni di Mysterio), JB Smoove, Cobie Smulders e Samuel L. Jackson.

Questa la sinossi:

Il nostro amichevole Spider-Man di quartiere decide di partire per una vacanza in Europa con i suoi migliori amici Ned, MJ e con il resto del gruppo. I propositi di Peter di non indossare i panni del supereroe per alcune settimane vengono meno quando decide, a malincuore, di aiutare Nick Fury a svelare il mistero degli attacchi di creature elementali che stanno creando scompiglio in tutto il continente.

La pellicola diretta da Jon Watts è uscita il 2 luglio 2019, in Italia è arrivata il 10 luglio.

Consigliati dalla redazione