Sin dall’acquisizione degli asset entertainment della 21st Century Fox da parte della Disney si è temuto per il destino di Blue Sky Studios, lo studio d’animazione del Connecticut che ha prodotto franchise di successo come L’Era Glaciale e film come Rio. La preoccupazione, ovviamente, è relativa alla sovrapposizione con altri studi Disney come Disney Animation e Pixar.

Decisioni chiave sul suo futuro potrebbero essere prese dopo l’uscita di Spie Sotto Copertura, film d’animazione in arrivo a Natale. Nel frattempo, la Disney ha appena annunciato che Andrew Millstein, presidente dei Walt Disney Animation Studios, è stato promosso co-presidente di Blue Sky. Al suo posto Clark Spencer (produttore di Ralph Spaccatutto e altri successi) lo sostituirà come presidente di WDAS, al fianco di Jennifer Lee (che dal 2018 si occupa del lato creativo dopo l’addio di John Lasseter).

Millstein affiancherà Rob Baird, rimasto solo dopo l’addio di Andrea Miloro, e supervisionerà la gestione quotidiana degli studios, lasciando a Baird la gestione creativa. Millstain farà riferimento direttamente a Jim Morris, presidente della Pixar, che acquisirà un ruolo di supervisione anche su Blue Sky.

Secondo l’Hollywood Reporter, questa nuova struttura dirigenziale dovrebbe permettere alla Disney di portare Blue Sky Studios allo stesso livello di Disney Animation e Pixar con l’obiettivo di realizzare anche contenuti originali per Disney+.

Consigliati dalla redazione