L’annuncio della fusione di Viacom e CBS in ViacomCBS ha una conseguenza molto importante per i fan di Star Trek: i diritti della saga sono infatti tornati tutti in un’unica azienda dopo tredici anni.

La netta separazione tra i film e le serie tv di Star Trek dell’ultimo decennio (nello specifico, la trilogia prodotta da JJ Abrams e serie come Star Trek: Discovery non hanno punti di contatto) non è infatti dovuta a una scelta creativa, quanto al fatto che dopo il “divorzio” tra Viacom e CBS nel 2006 i diritti cinematografici vennero presi dalla Paramount Pictures (controllata da Viacom) e quelli televisivi e di merchandise dalla CBS. Questo non ha impedito alla saga di proseguire in maniera soddisfacente per i fan su entrambi i fronti, ma ha reso impossibili convergenze che invece in passato erano la norma. All’epoca dell’uscita di Star Trek di Abrams nel 2009, il regista era interessato a collaborare con la CBS per realizzare una serie che affiancasse la nuova saga cinematografica, ma il network rispose picche.

Dopo l’annuncio della fusione difficilmente verranno cambiati i piani per serie tv come Discovery e le imminenti Picard e Lower Decks (prima serie animata della saga), tutti supervisionati da Alex Kurtzman, ma ViacomCBS avrà tutto l’interesse di integrare al meglio lo sviluppo del franchise cinematografici di Star Trek, che a questo punto potrebbe addirittura puntare a un nuovo reboot mettendo da parte la timeline Kelvin (forse chiudendo prima quello attuale con l’annunciato film di Quentin Tarantino?). Queste sono ovviamente nostre speculazioni, ma va detto che la fusione presenterà nuove opportunità creative, e i fan sperano che ViacomCBS le sappia cogliere al meglio (non a caso Kurtzman è stato produttore e sceneggiatore della saga cinematografica di Abrams).

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

 

Consigliati dalla redazione