Ieri vi abbiamo dato una buona notizia su The Irishman, il nuovo film di Martin Scorsese prodotto da Netflix.

Una buona notizia – l’uscita nei cinema che anticiperà di ben 27 giorni il debutto in streaming del 27 novembre 2019 – accompagnata dal prevedibile boccone amaro rappresentato dal fatto che le principale catene di multisala americane, AMC, Cineplex, Regal e Cinemark si sono già rifiutate di proiettarlo. Nonostante i tentativi fatti dagli executive della compagnia di Los Gatos Ted Sarandos, Scott Stuber e il capo della distribuzione Spencer Klein, le quattro settimane di finestra fra Theatrical e SVOD sono state ritenute inaccettabili dalle catene citate.

Come previsto, anche in Europa e in Inghilterra si sta ripetendo il medesimo ritornello.

Vue Cinema ha già fatto sapere che non proporrà la pellicola nelle sue sale sparse fra UK, Irlanda, Olanda, Italia (dove opera con il banner The Space), Germania, Danimarca, Polonia, Lettonia e Lituania. Si parla di più di 2000 schermi in oltre 228 sale.

Questa la posizione ufficiale della compagnia:

Nonostante The Irishman sia diretto da uno dei veri giganti del cinema, Netflix ha scelto di non dare al film la giusta distribuzione cinematografica che merita. La nostra politica è quella di accogliere solo quei titoli che beneficiano di un pieno lancio cinematografico, una pratica ben nota dell’industria che crea e delinea i profili culturali dei blockbuster garantendo un’esperienza più coinvolgente e immersiva per il pubblico mostrando eccezionali contenuti nella maniera più adeguata con cui devono essere proposti e fruiti.

Anche Picturehouse, la catena arthouse di Cineworld attiva in Inghilterra con 23 schermi, non proietterà The Irishman.

Insomma, come vi spiegavamo ieri, Netflix si dovrà “accontentare” del circuito delle sale indipendenti, come già avvenuto lo scorso anno con Roma di Alfonso Cuaròn.

Nel mentre Indiewire ci fa sapere che il lungometraggio sarà il più lungo mai diretto da Scorsese con le sue tre ore e mezzo di durata.

The Irishman, la sinossi!

Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci recitano nel film di Martin Scorsese THE IRISHMAN, una saga epica sul crimine organizzato nell’America del dopoguerra, vista dagli occhi del veterano della Seconda guerra mondiale Frank Sheeran, un imbroglione e sicario che aveva collaborato con le più note personalità del 20° secolo. Coprendo alcuni decenni, il film ripercorre i fatti legati a uno dei misteri irrisolti più famosi della storia americana, la scomparsa del leggendario presidente del sindacato degli autotrasportatori Jimmy Hoffa, offrendo uno spaccato inedito degli angoli nascosti della criminalità organizzata: il suo modo di operare, le rivalità e i collegamenti con la politica.