Brad Bird è intervenuto su Twitter per smentire la popolare teoria di un fan a proposito di Ratatouille, il film d’animazione Pixar arrivato nel 2007.

L’idea alla base è la seguente:

Quando Anton assaggia la ratatouille di Remy, gli viene in mente la cucina di sua madre. Ci sono alcuni dettagli nascosti che suggeriscono che Remy sia cresciuto nella casa della madre di Anton, imparando a cucinare guardando la madre di Anton.

La verità è molto più semplice e meno profonda – a detta del regista – di quanto i fan si aspettassero:

Dunque, adorerei confermare che siamo stati maniacali nell’attenzione al dettaglio e che c’era un motivo profondo dietro la storia, ma…quando ho iniziato a lavorare al film avevamo una scadenza infernale e soltanto due dei tanti set del film erano stati costruiti. La verità è che abbiamo riutilizzato ambienti lì dove abbiamo potuto.

 

Questa la sinossi del film:

Remy è un ratto dotato di un olfatto straordinario e di un talento naturale per la buona cucina. Dopo una serie di rocamboleschi accadimenti, si trova separato dalla sua colonia e finisce a Parigi, sede del ristorante che porta il nome del suo Chef preferito: il famoso Gusteau. Qui Remy fa conoscenza con il giovane ed imbranato Linguini, un timido sguattero, che, grazie ai consigli del topo-chef, diventa ben presto famoso e celebrato. I due sembrano invincibili ma resta da superare il giudizio del temibile Anton Ego, il più feroce tra i critici culinari francesi…

Ratatouille è arrivato al cinema nel 2007, cosa ne pensate di questa teoria?