Dalla risata di Joker, a Batman, alle idee per un sequel: in occasione della promozione di Joker, Comicbook ha incontrato Joaquin Phoenix e il regista Todd Philips per parlare del film in arrivo nelle sale italiane il mese prossimo.

Con Joaquin Phoenix il sito ha innanzitutto parlato della risata del personaggio, come possiamo leggere nell’estratto qui di seguito:

Hai già raccontato di com’è nata la risata, ma c’è mai stato un momento in cui hai sentito di averla trovata? 

Non so se c’è mai stato un momento preciso. Tra un ciak e l’altro c’erano momenti in cui sembrava bella e vera e altri in cui non lo era. Durante le riprese a volte mi fermavo all’improvviso perché dicevo: “Non mi è venuta bene” e invece stava andando benissimo.

Non so quanto ci sia di mio in quella risata, mi sono ispirato a video di persone che hanno questi scatti di risata incontrollata.

Ha poi alluso alle possibilità di un sequel limitandosi a dire:

Non lo so. Aspettiamo e vediamo.

Di un sequel in effetti ha parlato Philips durante un’intervista con Jake Hamilton, ed è sembrato molto meno speranzoso:

Non credo che ne gireremo un altro, non è nei nostri progetti. Io e Joaquin ci siamo mai messi a sparare idee per divertimento, ma durante le riprese, perché in genere si fa così.

Philips ha già confermato che, a dispetto delle speranze di alcuni fan, il Joker di Phoenix non incontrerà il Batman di Robert Pattinson. Ma come reagirebbe il suo Joker? Hamilton lo ha chiesto all’attore che ha risposto:

Non ci ho mai pensato. Mi sento sotto pressione, tu mi sembri emozionato, percepisco l’energia e voglio fare altrettanto, ma non so quale sarebbe la sua reazione. Immagino un fremito di eccitazione.

Philips comunque è apparso chiaro: “Questo è un film indipendente. Non ce lo vedo Arthur Fleck a combattere con qualcuno“.

Sulla necessità di bilanciare la mitologia del fumetti con il realismo del mondo mostrato nel film, il regista ha spiegato che nei primi montaggi c’era molta più influenza da parte dei fumetti:

Forse c’era qualcosina in più nei montaggi iniziali. C’era un po’ di tutto nelle prime versioni, ma è stato bello avere un piede dei fumetti e l’altro nel resto, cercando di trovare un certo equilibrio come hai appena detto.

È difficile quantificare quell’equilibrio, ma si è trattato di un film molto liberatorio perché la DC e la Warner Bros. ci hanno dato carta bianca. Non ci hanno detto cose come: “oh dovete menzionare la Batmobile e poi dovete…”, niente del genere.

Joker sarà distribuito in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures e uscirà nelle sale italiane il 3 ottobre 2019.

Il film ruoterà intorno all’iconico cattivo e sarà una storia originale, mai apparsa sul grande schermo. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck (Phoenix), un uomo ignorato dalla società, non sarà soltanto uno studio crudo del personaggio ma una storia più ampia che si prefigge di lasciare un insegnamento, un monito.

Gli altri interpreti del film sono Zazie Beetz (“Deadpool 2”), Bill Camp (“Red Sparrow”, “Molly’s Game”), Frances Conroy (le serie TV “American Horror Story”, “Castle Rock” di Hulu), Brett Cullen (“42 – La vera storia di una leggenda americana”, “Narcos” di Netflix), Glenn Fleshler (le serie TV “Billions”, “Barry”), Douglas Hodge (“Red Sparrow”, “Penny Dreadful” in TV), Marc Maron (le serie TV “Maron”, “GLOW”), Josh Pais (l’imminente “Motherless Brooklyn”, “Insospettabili sospetti”), e Shea Whigham (l’imminente “First Man – Il primo uomo”, “Kong: Skull Island”).

Phillips (la trilogia “Una notte da leoni”) dirige il film da una sceneggiatura scritta insieme a Scott Silver (“The Fighter”), basata sui personaggi della DC. Il film è prodotto da Phillips e Bradley Cooper con la loro Joint Effort, ed Emma Tillinger Koskoff. I produttori esecutivi sono Richard Baratta, Joseph Garner e Bruce Berman.

Dietro le quinte, Phillips è affiancato dal direttore della fotografia Lawrence Sher (l’imminente “Godzilla II: King of the Monsters”, “Una notte da leoni” la trilogia), lo scenografo Mark Friedberg (“Selma – La strada per la libertà”, “The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro”), il montatore Jeff Groth (“Trafficanti”, “Una notte da leoni 3”) e il costumista premio Oscar Mark Bridges (“Il filo nascosto”, “The Artist”).

Warner Bros. Pictures presenta in associazione con Village Roadshow Pictures e BRON Creative, una produzione Joint Effort, “Joker”.

Cosa ne pensate? Avete ascoltato la risata del Joker di Joaquin Phoenix nei materiali promozionali del film? Ditecelo nei commenti!

Fonte