In occasione della premiere americana di Joker, Robert De Niro ha avuto modo di parlare del film con Variety e di accennare alla recente controversia che l’attore ha definito per certi versi “giusta”.

Queste le sue parole:

Apprezzo molto Todd Phillips e Joaquin, è stato splendido lavorare con loro. Ho una piccola parte che hanno paragonato a Taxi Driver e a Re per una notte, ma si tratta di qualcosa di diverso, anche se lo capirete guardando il film.

Vedremo come andrà, so che c’è una controversia. Quello che si è detto sul sostegno economico della Warner Bros., sull’idea di non supportare la NRA, è giusto. Mi riferisco a tutto ciò che si è detto sulla sparatoria di Aurora, anche se non conosco i dettagli.

L’attore si riferisce alla lettera firmata dai genitori di svariate vittime della sparatoria di Aurora che non chiedeva nessun boicottaggio della pellicola; l’invito rivolto alla Warner era di non sostenere economicamente quei politici americani a favore della NRA e contrari alla riforma sulle armi, ma di concentrarsi sul finanziamento per i fondi da devolvere ai sopravvissuti delle sparatorie di massa.

 

 

Joker, tutto quello che c’è da sapere sulle recenti polemiche

Joker sarà distribuito in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures e uscirà nelle sale italiane il 3 ottobre 2019.

Il film ruoterà intorno all’iconico cattivo e sarà una storia originale, mai apparsa sul grande schermo. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck (Phoenix), un uomo ignorato dalla società, non sarà soltanto uno studio crudo del personaggio ma una storia più ampia che si prefigge di lasciare un insegnamento, un monito.

Gli altri interpreti del film sono Zazie Beetz (“Deadpool 2”), Bill Camp (“Red Sparrow”, “Molly’s Game”), Frances Conroy (le serie TV “American Horror Story”, “Castle Rock” di Hulu), Brett Cullen (“42 – La vera storia di una leggenda americana”, “Narcos” di Netflix), Glenn Fleshler (le serie TV “Billions”, “Barry”), Douglas Hodge (“Red Sparrow”, “Penny Dreadful” in TV), Marc Maron (le serie TV “Maron”, “GLOW”), Josh Pais (l’imminente “Motherless Brooklyn”, “Insospettabili sospetti”), e Shea Whigham (l’imminente “First Man – Il primo uomo”, “Kong: Skull Island”).