Nonostante la vittoria su tutte le altre nuove uscite del weekend, Terminator: Destino Oscuro delude le aspettative al box-office con soli 29.4 milioni di dollari in tre giorni: decisamente poco per un film costato oltre 185 milioni di dollari. Si tratta di un esordio solo leggermente superiore a quello di Terminator Genisys (27 milioni nel 2015), e inferiore a quello di Terminator: Salvation (42 milioni nel 2009) e di Terminator 3: Le Macchine Ribelli (44 milioni nel 2003). È addirittura inferiore ai 31.7 milioni di Terminator 2: Il Giorno del Giudizio (uscito nel 1991 e di cui questo film è un sequel diretto), che oggi ammonterebbero a quasi sessanta milioni.

Negli USA la pellicola è uscita con la Paramount, mentre nel resto del mondo la 20th Century Fox (diventata una divisione della Disney) si è occupata della distribuzione in una sessantina di paesi, con un weekend da 72.9 milioni di dollari e un totale globale di 123.6 milioni di dollari (inclusi 28 milioni raccolti in Cina, dove distribuisce Tencent). Un lancio più convincente di quello americano, insomma, anche se difficilmente basterà a ridare nuova vita al franchise.

Al secondo posto negli USA troviamo Joker, con 13.9 milioni di dollari e un totale di praticamente 300 milioni di dollari (ha battuto i 291 milioni di L’Uomo d’Acciaio). Scende al terzo posto Maleficent: Signora del Male, che incassa 12.2 milioni di dollari e sale a soli 84.3 milioni di dollari negli USA (la metà di quanto raccolto dal primo film nello stesso tempo). In tutto il mondo il film ha raccolto 383 milioni di dollari.

Debutta al quarto posto Harriet, che incassa 12 milioni di dollari in circa duemila schermi: è un esordio al di sopra delle aspettative, evidentemente il film ha intercettato il pubblico non interessato ai blockbuster.

Scende al quinto posto, con un’ottima tenuta, La Famiglia Addams, che incassa 8.5 milioni di dollari nel suo quarto weekend e sale a 85.2 milioni di dollari.

Sesta posizione per Zombieland: Doppio Colpo, che incassa 7.3 milioni di dollari e sale a 59.3 milioni di dollari (assolutamente in linea con il primo film, ovviamente senza contare l’inflazione), che diventano 87 in tutto il mondo.

Settimo posto per Countdown, che incassa 5.8 milioni di dollari e sale a 17.7 milioni in dieci giorni, mentre all’ottavo posto Black and Blue incassa 4 milioni di dollari e sale a 15.4 milioni complessivi.

Motherless Brooklyn, al nono posto, incassa 3.6 milioni di dollari, mentre chiude la top-ten Arctic Dogs, con soli 3.1 milioni di dollari in oltre 2.800 cinema.

Potete commentare qui sotto o sul forum!

 

Consigliati dalla redazione