Florence Pugh ha parlato con Uproxx di Black Widow, il film in solitaria su Vedova Nera con Scarlett Johansson nei panni di Natasha Romanoff.

L’attrice ha parlato nello specifico della possibilità che alla fine del film il suo personaggio erediti il nome di Vedova Nera, ma non è apparsa di questo avviso.

Ecco un estratto dall’intervista:

Nei fumetti il tuo personaggio diventa Vedova Nera. Questo film rappresenta allora un passaggio di testimone visto che sappiamo cosa è successo a Scarlett Johansson [in Endgame]?

No, in realtà quando l’abbiamo girato non è sembrato per niente un film del genere. Lo dico in tutta sincerità, non mi è sembrato in alcun modo un film da passaggio di testimone. Credo che le intenzioni e le speranze fossero sinceramente di raccontare una storia complicata e dolorosa, rendendo giustizia agli appassionati che attendevano da tempo il film [di Vedova Nera].

La storia piacerà a molti, secondo me. Cate [Shortland, la regista] ha svolto un lavoro incredibile nel mostrare queste due ragazze che affrontano la loro storia e il loro dolore. L’intenzione era questa più che altro, ma sono felice che la gente abbia apprezzato il trailer, muoio dalla voglia di vedere il film.

Black Widow uscirà il 1 maggio 2020 negli Stati Uniti e il 29 aprile in Italia.

Il “prequel” sarà ambientato dopo lo scontro a cui Vedova Nera partecipa all’aeroporto di Captain America: Civil War. Dopo questi eventi, Natasha “si ritroverà da sola e nel corso della storia dovrà fare i conti con la nota rossa nel suo registro“.

Black Widow, il film su Natasha Romanoff / Vedova Nera, diretto da Cate Shortland, vede nel cast Scarlett Johansson, David Harbour, Florence Pugh, O-T Fagbenle e Rachel Weisz.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!