Buon esordio alle anteprime serali (anche se in realtà sono iniziate alle 5 del pomeriggio) di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker negli Stati Uniti, mentre in Cina si teme il flop.

In patria giovedì il film di JJ Abrams ha raccolto 40 milioni di dollari, il quinto miglior risultato di sempre, battendo di poco i 39 milioni di Avengers: Infinity War. Si tratta di un risultato in calo dell’11% rispetto ai 45 milioni di Gli Ultimi Jedi, in linea con l’andamento in leggero calo che si prevedeva. Questo dovrebbe tradursi in un weekend da oltre 180 milioni di dollari, se non di più.

Nel frattempo sono disponibili anche i dati dei primi due giorni nei 46 mercati internazionali in cui è già uscito: il film ha raccolto circa 59.1 milioni di dollari, per un totale di 99.1 milioni di dollari globali includendo le anteprime americane. I territori con i dati più alti sono il Regno Unito con 8.3 milioni di dollari, la Germania con 7.2 milioni di dollari, la Francia con 5.3 milioni di dollari. Le previsioni d’incasso globale nel weekend lungo sono di circa 450 milioni di dollari, anche se molto dipenderà dal risultato in Cina, e su quel fronte è arrivata una doccia fredda: dopo 3.6 milioni di dollari raccolti alle anteprime, nella giornata di venerdì L’Ascesa di Skywalker ha registrato una forte frenata con qualcosa come 2.2 milioni di dollari e la quarta posizione in classifica. Variety proietta un incasso di 18 milioni di dollari a fine corsa, il peggiore tra quelli dei nuovi film di Star Wars in Cina finora (Gli Ultimi Jedi chiuse a 42 milioni), a dimostrazione che la Disney non è riuscita a far decollare il franchise nel ricchissimo mercato della repubblica popolare.

Continueremo ad aggiornarvi con gli incassi nei prossimi giorni!

Fonte: Screen | BO