Fra i vari motivi per cui si è tanto discusso di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker troviamo anche il trattamento riservato a Kelly Marie Tran e alla sua Rose Tico.

Qualche giorno fa lo sceneggiatore Chris Terrio spiegava in un’intervista su AwardsDaily che Rose avrebbe dovuto avere un ruolo più ampio nel film, ma i problemi nella resa del personaggio di Leia (creato in post-produzione attraverso riprese de Il risveglio della Forza non utilizzate) hanno costretto J.J. Abrams a tagliare diverse scene che la includevano (tutti i dettagli in questo articolo).

Dall’Hollywood Reporter è stata la stessa interprete di Rose ad affrontare la questione parlando proprio delle scene con Carrie Fisher e accennando, fra l’altro, alla partecipazione del suo personaggio alla battaglia finale vista nella pellicola.

La cosa difficile era recitare in base a delle riprese già fatte. Quindi al posto di avere un attore davanti al quale reagire ti ritrovavi, fra le riprese, a guardare come l’attore recitava una data battuta per poi provare a immaginare una reazione a essa. Ci è voluto un po’ di tempo visto che, per me, si trattava di un’esperienza differente dal solito. Probabilmente abbiamo fatto più ciak delle riprese con Carrie che con quelle senza di lei. Una cosa è sedersi, guardare quelle riprese e cercare di reagire ad esse, ma spesso di trattava di scene di gruppo in cui c’erano come tanti pezzi del puzzle se capisci cosa intendo. Penso che gran parte delle riprese aggiuntive fossero per quei passaggi perché tutte le performance dovevano essere perfette dato che Carrie Fisher non era fisicamente con noi.

A quanto pare, in Star Wars: L’Ascesa di Skywalker Kelly Marie Tran doveva avere un ruolo più grande nel finale. Queste le parole dell’attrice circa la battaglia di Exegol:

Probabilmente si è trattato del set più grande che io abbia mai calpestato. È stato incredibile vedere quello che il team degli stun performer ha fatto. Era davvero una roba folle correre lungo questa piattaforma – che si vede per un secondo nel film – per una scena che abbiamo girato così tante volte. Mi ritrovavo sempre con dei lividi sulle ginocchia perché correvamo, cadevamo e poi dovevamo girare altre robe. E non penso che sia neanche finito nel film. Era un caos organizzato con gli stormtrooper che volavano, la gente a cavallo… una roba mediamente fuori di testa!

CORRELATI CON STAR WARS

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker di J.J. Abrams è al cinema dal 18 dicembre 2019.

Nel cast tornano Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast sono Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Cosa ne pensate? Potete commentare qui sotto o sul forum!