Già da svariati giorni, Robert Downey Jr, l’ex Iron Man dell’Universo Cinematografico della Marvel, è impegnato nella promozione di Dolittle, il nuovo film da lui prodotto insieme alla moglie Susan.

Chiaramente, ritrovarsi davanti una star come questa, significa finire inevitabilmente a parlare proprio di UCM e qualche giorno fa, in una chiacchierata con extra, Robert Downey Jr si era lasciato sfuggire che con Iron Man “tutto può succedere”, anche se sua moglie lo ha subito interrotto, con fare scherzoso, facendogli notare che già queste semplici parole avrebbero fatto il giro del mondo.

In un’altra intervista, questa volta con Parade, l’attore è stato decisamente più tranchant:

La guerra è finita per me. Ora sto pascolando su prati più verdi.

Robert Downey Jr spiega inoltre come quella di Iron Man e del suo “alter ego” civile Tony Stark sia stata sostanzialmente la seconda volta in cui, nel corso della sua carriera, ha abbracciato pienamente il “metodo” tanto da fondersi totalmente col suo personaggio:

Ci sono state due occasioni, nella mia carriera, in cui mi sono ritrovato in questo sogno febbrile a occhi aperti preparandomi per una parte. La prima volta è avvenuto con Chaplin, la seconda con Iron Man. E non si è trattato tanto di mettermi in completa correlazione con lui, quanto di presumere che fosse il mio destino costruire questo personaggio intorno a tutte le mie esperienze.

Lo scorso luglio, in una videointervista rilasciata a Off Camera, Robert Downey Jr ha riflettuto sui dieci anni in cui ha interpretato Iron Man nell’Universo Cinematografico Marvel, prendendo le distanze dal personaggio di finzione dal quale almeno all’inizio sembrava inseparabile affermando:

Inizialmente, creando Tony Stark, sinergizzando con lui e associandomi a lui e all’Universo Marvel, ma anche essendo aziendalista e nel contempo un po’ eccentrico, creativo e pronto a legarmi a tutte quelle altre partnership… come posso dire? Diciamo che i padroni spesso iniziano a somigliare ai loro cuccioli. Io non sono il mio lavoro. Non sono ciò che ho fatto con quello studio. Non sono il periodo che ho passato a interpretare quel personaggio. Ed è brutto, perché il bambino dentro di noi vorrebbe vivere al campeggio tenendosi per mano con gli altri e cantando “Kumbaya”!

Cosa ne pensate delle parole di Robert Downey Jr su Iron Man? Come al solito, potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto!