Nel corso di un’intervista con l’Hollywood Reporter svoltasi prima degli Oscar, Joe Russo ha parlato di Avenger: Endgame, di Star Wars e anche di Joker, vincitore di due premi domenica scorsa.

Il regista ha ammesso di aver adorato il film e di apprezzare il fatto che sia stato riconosciuto durante la stagione dei premi:

L’ho visto da poco. Sfortunatamente me lo sono perso al cinema perché ero impegnato sul set [di Cherry]. L’ho amato, l’ho trovato un lavoro bellissimo. Una storia molto tragica e molto attuale sull’isolamento esistenziale e sulla crisi che attanaglia molte persone. [..] È un film molto cupo e angosciante con un messaggio molto importante. Siamo felicissimi che stia ricevendo consensi, ha infranto l’ostracismo dietro questi film, specialmente da parte dell’Academy.

Su Joker leggi anche:

La sinossi ufficiale:

“Joker” del regista Todd Phillips è incentrato sulla figura dell’iconico cattivo, ed è un film autonomo originale, diverso da qualsiasi altro film apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck, interpretato in modo indimenticabile da Joaquin Phoenix, è quella di un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret… ma scopre che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi, utili alla cruda analisi di questo personaggio.

Cosa ne pensate delle parole del regista di Avengers: Endgame? Ditecelo nei commenti!