Pubblicità

Coronavirus: Tokyo Disneyland e DisneySea chiuderanno i battenti per almeno due settimane

Dopo la chiusura forzata a Disneyland Shanghai, il gigantesco parco della Casa di Topolino presente in Cina che a oggi risulta ancora chiuso fino a data da destinarsi, ora tocca a Tokyo Disneyland e DisneySea.

I due parchi della Disney resteranno a serrande abbassate per almeno due settimane per ottemperare a quanto disposto dalle autorità nipponiche per cercare di fermare la diffusione del Coronavirus in Giappone.

Questo il comunicato di The Oriental Land Co, società operatrice del parco:

Tokyo Disneyland e DisneySea hanno deciso di procedere con una chiusura straordinaria a partire da sabato 29 febbraio 2020 fino a domenica 15 marzo 2020. Attualmente, prevediamo di riaprire il 16 marzo. Ci riserviamo la possibilità di variare la decisione sulla riapertura in base agli sviluppi della situazione. Co consulteremo anche con le apposite agenzie.

Proprio ieri, il premier giapponese Shinzo Abe ha ordinato la chiusura delle scuole per almeno due settimane in maniera tale da creare quasi un mese di stop alle lezioni. Dopo questi quindici giorni, il Giappone si sarebbe preparato ad altre due settimane di pausa primaverile e così disponendo le attività scolastiche ricominceranno sostanzialmente ad aprile.

Al momento, le Olimpiadi di Tokyo 2020 restano ancora in agenda nonostante una certa preoccupazione in materia.

Per quanto riguarda Disneyland Paris, abbiamo appena parlato con l’Ufficio Stampa della Disney che ci ha assicurato che, al momento, non ci sono né disposizioni interne né delle autorità francesi circa un eventuale chiusura del Parco.

Video Correlati

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

Pubblicità