Ryan Reynolds interviene a dare il suo contributo per la categoria dei baristi che stanno affrontando l’emergenza Coronavirus.

L’attore, che da febbraio 2018 è azionista e uomo immagine di Aviation American Gin, ha infatti deciso di donare i ricavi all aUnited States Bartender’s Guild per dare un contributo a tutti i baristi che si sono ritrovati dal nulla senza lavoro.

Fino al primo maggio, per ogni bottiglia di Aviation ordinata online, doneremo il 30% dei ricavi come mancia per i vostri baristi – a cui DAVVERO mancate” ha annunciato l’attore su twitter.

 

 

Oltre a Ryan Reynolds, a tutela dei lavoratori è di recente intervenuto anche Netflix, che ha stanziato un fondo da 100 milioni dollari per tutti coloro che hanno iniziato e continueranno a subire le ripercussioni dell’emergenza Coronavirus.

La pandemia ha infatti portato alla sospensione delle produzioni in tutto il settore dell’intrattenimento, tant’è che il colosso dello streaming è stato costretto a bloccare la lavorazione di quasi tutti i film e le serie in sviluppo, tra cui anche le nuove stagioni di The Witcher e Stranger Things (la produzione di The Crown, invece, è riuscita a farcela giusto in tempo).

La maggior parte dei fondi andrà a sostegno delle maestranze che più accuseranno il duro colpo in tutto il mondo.

Fonte