Sappiamo già che, per contrastare le perdite economiche causate dall’emergenza nuovo Coronavirus, la Casa di Topolino ha dovuto ridurre gli stipendi dei suoi dirigenti e applicare il congedo lavorativo non retribuito ai dipendenti tanto delle numerose etichette cinematografiche della Disney, dai Marvel Studios alla Pixar, quanto a quelli di quel settore che, probabilmente, risentirà più a lungo degli effetti della pandemia, ovvero quelli dei parchi Disney.

In un corposo report del New York Times focalizzato su come Bob Iger, nonostante la nomina di Bob Chapek a nuovo CEO della Disney, stia sostanzialmente mantenendo la guida della compagnia in questa fase di crisi senza precedenti, vengono riportati alcuni dettagli numerici sull’entità del provvedimento adottato, in riferimento proprio a Disneyland in California e a Walt Disney World in Florida.

L’autorevole quotidiano spiega che, stando ai dati della scorsa estate, risultavano impiegate circa 223.000 persone. La multinazionale non ha comunicato il numero preciso dei lavoratori che verranno sottoposti a congedo lavorativo non retribuito, ma grazie alle informazioni ottenute tramite le unioni sindacali si stima che saranno più di 30.000 nel solo parco californiano e di altri 43.000 in Florida. Più di 70.000 persone che riceveranno l’ultimo stipendio il prossimo 19 aprile. Bisogna però notare che la pratica del congedo non retribuito, oltre a essere alquanto comune nel mercato del lavoro statunitense, non equivale a un licenziamento. I dipendenti congedati potranno comunque contare sugli eventuali benefit posseduti da contratto come, ad esempio, l’assicurazione sanitaria.

Qualche giorno fa, vi abbiamo spiegato che anche la Universal, come la Disney, ha dovuto adottare delle iniziative analoghe per i dipendenti degli Universal Orlando Resort in Florida e Universal Studios Hollywood in California (nonché dei relativi negozi nei CityWalk e degli hotel).

Ovviamente, vi terremo aggiornati in base all’evolversi della situazione.

Cosa ne pensate? Potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto!

Vi invitiamo a prendere visione di quanto indicato sul sito del Ministero della Salute in merito al nuovo Coronavirus.

Trovate tutte le notizie legate all’emergenza nuovo Coronavirus in questo archivio.