Se il cinema sta ancora subendo le ripercussioni dell’emergenza Coronavirus, c’è da dire che i servizi streaming e le varie piattaforme, invece, non solo tengono duro, ma anzi beneficiano degli effetti del lockdown e della quarantena, con molti più spettatori per i loro prodotti: è il caso del successo de La famiglia Willoughby di Netflix, che ha pubblicato un tweet celebrativo per le 37 milioni di visualizzazioni raggiunte del suo film d’animazione, disponibile sulla piattaforma da aprile.

 

 

La pellicola è tratta dal celebre libro per bambini del 2008 scritto da Lois Lowry, e racconta le vicende di quattro bambini che, convinti che starebbero meglio senza i loro genitori egoisti, architettano un piano astuto per mandarli in vacanza intraprendendo poi un’avventura vorticosa per scoprire cosa significhi davvero essere una famiglia moderna.

La famiglia Willoughby è prodotto da Luke Carroll, Brenda Gilbert e Aaron L. Gilbert, su sceneggiatura e regia di Kris Pearn (co-regista di Piovono Polpette 2). Ricky Gervais, che figura tra i doppiatori originali insieme a Martin Short, Terry Crews, Jane Krakovski, Alessia Cara e Will Forte, è anche produttore esecutivo.

BRON Animation è una divisione relativamente nuova di BRON Studios, azienda canadese che si è occupata di produzioni come The MuleJoker e Ghostbusters: Afterlife.

Avete già visto il film? Vi è piaciuto?