Ottimo l’esordio di Eurovision Song Contest: la storia dei Fire Saga, la nuova pellicola di David Dobkin, già regista di 2 Single a Nozze e The Judge, con Will Ferrell, Rachel McAdams e Dan Stevens arrivata su Netflix lo scorso venerdì.

Il film occupa, in America, la prima posizione dei contenuti più visti scalzando dalla vetta dei film il caso 365 Giorni (leggi il nostro speciale). La situazione varia un po’ in Italia dove la commedia romantica ottiene comunque un buon risultato piazzandosi in settima posizione, preceduto da Baby Boss e prima della nuova stagione di 13.

Nella pellicola gli aspiranti musicisti Lars (Will Ferrell) e Sigrit (Rachel McAdams) hanno l’occasione della loro vita: rappresentare l’Islanda nella gara canora più importante del mondo provando che vale sempre la pena di lottare per i propri sogni.

La scorsa settimana abbiamo avuto la possibilità di chiacchierare del film insieme a Will Ferrell, che avevamo già avuto la possibilità di incontrare nel 2016 a Roma durante la premiere italiana di Zoolander 2, il film di Ben Stiller che era stato girato proprio nella capitale.

Potete trovare il video con l’intervista direttamente qua sotto.

 

 

La storia del lungometraggio è incentrata, ovviamente, sulla popolare competizione musicale internazionale Eurovision Song Contest, che ha avuto inizio in Svizzera nel 1956 con sei partecipanti delle nazioni occidentali europee. Quest’anno sono stati 43 i paesi a competere, con Toy di Netta che ha vinto. Gli Abba e Céline Dion sono tra le popstar che hanno visto lanciare le proprie carriere proprio dal concorso. Il film seguirà le vicende di Lars Erickssong (Ferrell) e Sigrit Ericksdottir (Rachel McAdams), due musicisti islandesi in difficoltà che si uniranno al concorso. Dan Stevens sarà il concorrente russo Alexander Lemtov, mentre Pierce Brosnan sarà il padre di Ferrell, “l’uomo più bello d’Islanda”.

Cosa ne pensate? Ditecelo, come al solito, nello spazio dei commenti qua sotto!