In una nuova puntata della serie di interviste Actors on Actors di Variety, Tessa Thompson parla di un tema molto attuale sul quale si è espresso recentemente Anthony Mackie destando una certa attenzione: quello della diversità davanti e dietro la macchina da presa nei film dei Marvel Studios.

Sappiamo che in Thor: Love and Thunder il personaggio interpretato dall’attrice, Valkyrie, verrà rappresentato come una donna apertamente gay. La Thompson spiega si tratta di uno dei passi compiuti dai Marvel Studios per una Fase 4 molto più diversificata delle precedenti:

Penso che nella prossima fase dell’Universo Cinematografico Marvel… parleremo molto di cosa significa la rappresentazione in quei contesti. La verità è che questi film hanno una visibilità globale davvero vasta, e se puoi rappresentare persone di colore, persone con una disabilità, persone appartenenti alla comunità LGBTQUIA, allora significa fare qualcosa di veramente importante.

Ci sono milioni, milioni di persone che vanno al cinema, in particolare giovani. Penso che se possiamo mostrare loro qualcosa che gli somiglia, allora si sentiranno importanti e valorizzati. È proprio quello che avviene all’interno delle storie di questi fumetti, è proprio ciò che raccontano! Sono le nostre differenze a renderci speciali.

A proposito di Valkyrie, la Thompson spera che apra la strada ad altri personaggi queer (cosa che già sappiamo avverrà in Gli Eterni):

Sono davvero entusiasta del fatto che potremo continuare a infrangere delle barriere su questo fronte, e di poter riflettere tutto ciò con Valkyrie, perché ci sono tantissimi personaggi queer fichissimi nei fumetti e dovrebbero avere posto sullo schermo.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!