Se, da una parte, è quasi sicuro che Mel Gibson non tornerà a doppiare Rocky Bulboa in Galline in Fuga 2 per via dei suoi ben noti trascorsi “comportamentali” in materia di antisemitismo, omofobia e alcolismo, anche Julia Sawalha, la voce originale di Ginger, ha ricevuto il ben servito dalla Aardman e da Netflix perché giudicata troppo vecchia.

L’attrice è intervenuta su Twitter esternando tutta la sua rabbia:

 

Nella dichiarazione diffusa via social ha spiegato di aver appreso, circa una settimana fa, di essere troppo in là con gli anni per tornare a doppiare Ginger:

Mi hanno detto che la mia voce suona troppo vecchia e vogliono un’altra attrice per la parte […] Normalmente in circostante come questa, a un’attrice viene data la possibilità di fare un test vocale per stabilire l’idoneità del timbro e del tono di voce, opportunità che a me non è stata data. Vista la passione che nutro per il mio lavoro, l’ho fatto da sola e l’ho mandato ai produttori che, però, mi hanno confermato l’intenzione di effettuare un nuovo casting per Ginger. Sento di essere stata derubata. Dire che sono devastata e furiosa sarebbe un eufemismo. E mi sento anche del tutto impotente.

L’attrice, una celebrità del piccolo schermo in Inghilterra, è nata il 9 settembre del 1968.

Questa la sinossi preliminare di Galline in Fuga 2:

Dopo essere riuscita a portare a termine una fuga potenzialmente mortale dalla fattoria di Tweedy, Ginger è riuscita finalmente a esaudire il proprio sogno: trovare una pacifica isola-santuario per tutto lo stormo, un luogo lontano dai pericoli del mondo umano. E quando lei e Rocky “schiudono” una piccoletta di nome Molly, il sogno di Ginger sembra arricchito da un lieto fine. Ma sulla terraferma tutta la specie delle galline deve affrontare una nuova, terribile minaccia. Per Ginger e la sua squadra arriva il momento di fare qualcosa anche se questo significherà mettere a repentaglio la loro libertà così duramente guadagnata.

Il sequel di Galline in Fuga sarà diretto da Sam Fell (Giù per il Tubo) e prodotto da Steve Pegram (Arthur Christmas) e Leyla Hobart, con Peter Lord, Carla Shelley e Karey Kirkpatrick in qualità di executive producer. Lo script sarà realizzato da Karey Kirkpatrick, John O’ Farrell e Rachel Tunnard con Nick Park, creatore di Wallace and Gromit, come consulente creativo.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!