Incassi debolissimi anche nel weekend appena trascorso in Italia, complice come sempre il bel tempo ma soprattutto gli Europei, che hanno monopolizzato le serate di venerdì e domenica.

Solo 1.4 i milioni raccolti in tre giorni nei cinema monitorati da Cinetel, con un ulteriore calo rispetto a una settimana fa del 31%. Praticamente, sale deserte o quasi.

Il poster di Chernobyl DiariesRimane saldo al primo posto Il Dittatore, che tuttavia perde circa il 55% rispetto a una settimana fa, incassando altri 315mila euro. Complessivamente il film con Sacha Baron Cohen raccoglie 1.3 milioni di euro in dieci giorni: i due iniziano a sembrare un miraggio, ma negli infrasettimanali la commedia si è comportata piuttosto bene, e visto che non ci sono nuove uscite di rilievo fino al 4 luglio, possiamo immaginare rimarrà in testa anche il prossimo weekend.

Seconda posizione per la nuova entrata Chernobyl Diaries, che in tre giorni raccoglie 167mila euro, ottenendo una buona media di circa 900 euro per sala nei 187 cinema in cui è stato distribuito. Complessivamente il film ha raccolto 230mila euro in cinque giorni.

Pessimo esordio, invece, per Rock of Ages: distribuito nel numero eccessivo di 316 cinema, il musical raccoglie solo 120mila euro in tre giorni, con una media sotto i 400 euro. In cinque giorni ha raccolto meno di 170mila euro.

Al quarto posto troviamo La Bella e la Bestia 3D, con 111mila euro. Il film Disney conclude la sua breve performance al botteghino con un totale di circa 465mila euro. Quinto posto per Men in Black 3, che sfiora i 6 milioni di euro, mentre al sesto troviamo Lorax, con solo 78mila euro e un totale di 1.57 milioni di euro.

Settima posizione per un'altra nuova entrata, Chef, che con 70mila euro in soli 98 cinema ottiene una buona media di 700 euro per sala. Ottavo posto per Project X, che supera finalmente il milione; nono posto per un'altra nuova entrata, Detachment, con 46mila euro in 66 sale e una media di circa 700 euro, e decimo per Marilyn, giunto a 825mila euro complessivi.

Da notare l'ottima media per sala di C'era una volta in Anatolia: distribuito in sole 29 sale da Parthenos, il film ha incassato 33mila euro, per una media di oltre mille euro.