L’ultimo modellino sopravvissuto alla lavorazione di Lo squalo sarà esposto al nuovo Academy Museum of Motion Pictures di Los Angeles che aprirà i battenti il 30 aprile 2021.

La quarta replica del celebre squalo è l’unica ad essere sopravvissuta quasi intatta alla turbolenta lavorazione del film di Steven Spielberg. Una squadra di artisti specializzati in protesi e effetti speciali ha comunque dovuto restaurre il modello in fibra di vetro di Bruce (questo il soprannome) che sarà esposto in sospensione sul pavimento del museo in modo da poter essere ammirato dai visitatori.

A seguire un video dell’installazione, qui trovate alcune immagini:

 

 

 

Il museo si trova su Wilshire Boulevard a Los Angeles, nella cosiddetta Museum Row del Miracle Mile, una zona già ad alta vocazione culturale: a pochi metri da lì ci sono il LACMA (il museo d’arte della contea di Los Angeles), le pozze di catrame (e relativo museo) di La Brea e il gigantesco Petersen Automotive Museum dedicato all’automobilismo. Non solo: nella stessa zona ci sono le sedi della Screen Actors Guild e della Writers Guild of America.

Annunciato nel 2012, il Museo è stato progettato da Renzo Piano e doveva aprire nel 2016: i costi iniziali di 250 milioni di dollari sono lievitati, ma nei due anni di rinvii sono aumentate anche le donazioni: 368 milioni di dollari, il 95% della campagna finale (che ammontava a 388 milioni di dollari). La donazione più grande è stata a opera di Haim e Cheryl Saban, che nel settembre del 2017 hanno donato ben 50 milioni di dollari: ecco perché l’edificio principale del museo si chiamerà Saban Building. Tra le altre aree vi sono il Barbra Streisand Bridge, la Steve Tisch Terrace e la Bob Iger and Willow Bay Terrace. C’è poi il David Geffen Theater, una sala cinematografica da mille posti.

 

 

 

Cosa ne pensate? Diteci la vostra nei commenti qua sotto!