Pubblicità

Toy Story 4: la Disney e la Pixar citate in giudizio a causa del personaggio di Duke Caboom

Toy Story 4
di Josh Cooley
26 giugno 2019
La Disney e la Pixar sono state citate in giudizio a causa delle somiglianze tra il personaggio Duke Caboom di Toy Story 4 e lo stuntman Evel Knievel.

A muovere la causa è la stata la società di nome K&K Promotions che rappresenta gli eredi del noto stuntman americano e che detiene i suoi diritti di immagine. Nei documenti si legge che lo stile di Evel e la sua influenza permeano tutte le scene di cui è protagonista il personaggio doppiato da Keanu Reeves.

Ci sarebbero addirittura degli “omaggi” al giocattolo dedicato a Knievel, di cui potete vedere uno spot qui di seguito:

 

 

Leggi anche:

Questa la sinossi:

Diretto da Josh Cooley e prodotto da Jonas Rivera e Mark Nielsen, Toy Story 4 vede Woody e Buzz alle prese con un viaggio in compagnia di vecchi amici, inaspettati ritorni e nuovi arrivi, come Forky, una forchetta trasformata in un riluttante giocattolo. Quando Bonnie porta con sé tutta la banda di giocattoli in un viaggio con la sua famiglia, Woody fa un’inaspettata deviazione che lo porta a ritrovare la sua amica scomparsa da tempo, Bo Peep. I due scopriranno che le loro rispettive vite come giocattoli sono ormai agli antipodi, ma presto si renderanno conto che questo è l’ultimo dei loro problemi.

Woody ha sempre saputo quale fosse il suo posto nel mondo e la sua priorità è sempre stata prendersi cura del suo bambino, che si trattasse di Andy o di Bonnie. Ma l’arrivo di un nuovo riluttante giocattolo di nome “Forky” nella cameretta di Bonnie dà il via a una nuova avventura on the road insieme a nuovi e vecchi amici, che mostrerà a Woody quanto può essere grande il mondo per un giocattolo.

Il film è arrivato nelle nostre sale il 26 giugno 2019.

Fonte

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.