Andrew Garfield ha più volte ribadito di non far parte del cast di Spider-Man: No Way Home, il prossimo film della saga dell’Uomo Ragno by Sony e Marvel Studios, eppure, da qualche settimana a questa parte, non fa altro che ritrovarsi a parlare di… Spider-Man.

Andrew Garfield, lo ricordiamo, ha interpretato l’iconico supereroe della Marvel nei due film diretti da Marc Webb e, stando alle varie speculazioni di questi mesi – e anche grazie al final trailer del film pieno zeppo d’indizi circa alcune omissioni che sarebbero state fatte in fase di editing – sarebbe presente nel cast del cinecomic. Attraverso l’espediente narrativo del Multiverso, elemento già conosciuto molto bene dai lettori dei fumetti, ma che, grazie alle serie TV Marvel Studios e ai prossimi film in arrivo è ormai noto anche a chi non è solito leggerli, in Spider-Man: No Way Home dovrebbero da una parte tornare alcuni storici villain, informazione questa già confermata dai vari materiali promozionali del kolossal cinefumettistico, ma anche i Peter Parker di Andrew Garfield e Tobey Maguire.

Nel corso del format di GQ Actually Me (eccolo su YouTube), Garfield ha spiegato che, secondo lui, il suo Spider-Man non sarebbe un grande fan del multimiliardario Tony Stark, contrariamente a quanto avviene con quello di Tom Holland.

L’attore dice:

Penso che sarebbe molto sospettoso di Iron Man. Penso che non approverebbe gli eccessi, lo status di miliardario, di multimiliardario di Tony Stark. Finirebbe per marchiare nel modo sbagliato la mia versione di Spider-Man. Forse potrebbe esserci qualche influenza. Forse il mio Peter Parker potrebbe dare una svegliata a Tony Stark facendogli capire che è eccessivamente egoista.

Trovate tutte le informazioni su Spider-Man: No Way Home nella nostra scheda.

Cosa ne pensate delle parole di Andrew Garfield? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto!