Il finale di Doctor Strange nel Multiverso della Follia non lascia adito a dubbi: la scritta “Doctor Strange tornerà” ci conferma che Benedict Cumberbatch vestirà nuovamente i panni dell’eroe Marvel in futuro. Ma lo farà in Doctor Strange 3 o partecipando a un altro film dell’Universo Cinematografico Marvel?

Ci sono voluti diversi anni prima che la Marvel decidesse di dare il via a un sequel di Doctor Strange. Uscito nel 2016, il cinecomic ha incassato 677 milioni di dollari in tutto il mondo: un ottimo risultato per una pellicola il cui scopo era introdurre un supereroe considerato “minore”, con atmosfere molto diverse da quelle a cui aveva abituato la Marvel fino a quel momento e, soprattutto, l’inclusione di elementi soprannaturali e magici. In seguito, Benedict Cumberbatch ha partecipato a pellicole Marvel come Thor: Ragnarok, Avengers: Infinity War, Avengers: Endgame e Spider-Man: No Way Home (oltre a doppiare la serie animata What If…?). Ma il via libera a un sequel vero e proprio di Doctor Strange, chiesto a gran voce dai fan, è arrivato solo due anni e mezzo dopo, a luglio del 2019, durante il panel al Comic-Con di San Diego.

Doctor Strange 3 si farà?

Le prime proiezioni sugli incassi di Doctor Strange nel multiverso della follia lasciano intuire risultati potenzialmente superiori (nonostante la pandemia). Il personaggio è ormai molto noto e amato tra i fan del franchise, e grazie ai numerosi cameo e alla presenza Wanda Maximoff (Elizabeth Olsen) il suo comportamento potrebbe essere più simile a quello di altri “crossover” Marvel come Spider-Man: No Way Home (ovviamente con le dovute proporzioni). Ma questo basterà a convincere i Marvel Studios a dare il via libera a Doctor Strange 3, magari affidandolo sempre a Sam Raimi? È ovviamente ancora presto per dirlo, ma qualche indizio lascia immaginare che possano esserci dei piani in tal senso. Molto dipenderà dalla Marvel: notizie ufficiali potrebbero arrivare già dopo il primo weekend, ma visto quanto accaduto dopo il primo film può anche essere che si debba attendere di più.

Doctor Strange 3: la possibile trama e chi potrebbe tornare

Un piccolo indizio sulla direzione che potrebbe prendere la storia di Doctor Strange 3 ci arriva dalla prima scena nei titoli di coda di Doctor Strange nel multiverso della follia. In essa fa infatti il suo debutto Clea, interpretata (a sorpresa) da Charlize Theron. Clea è un personaggio dei fumetti Marvel legata a Dormammu (sconfitto da Strange nel primo film), nella scena spiega a Stephen Strange (che nel frattempo abbiamo scoperto essere “corrotto” dal Darkhold, con la comparsa del terzo occhio sulla fronte) che le sue azioni hanno generato un’incursione (con la collisione di due universi). Nei fumetti, nel secondo evento Secret Wars dopo la prima incursione si è creata una reazione a catena nella quale i vari universi hanno cercato di “riempire” il vuoto lasciato dalla scomparsa di un universo, e l’intero multiverso è andato verso il collasso. Può essere che l’emergenza che dovranno affrontare Clea e Strange sia proprio questa. E non è da escludere che a loro si unisca anche Mordo (Chiwetel Ejiofor), oltre potenzialmente a Wong (Benedict Wong) come Stregone Supremo. Visto il ruolo centrale in Doctor Strange nel multiverso della follia, e il finale agrodolce con Strange, non è da escludere anche un ritorno di Christine Palmer (Rachel McAdams) e di America Chavez (Xochitl Gomez), che alla fine del film vediamo allenarsi assieme agli altri stregoni.

Doctor Strange 3: quando potrebbe uscire

I Marvel Studios hanno già annunciato i film in arrivo al cinema nella Fase 4 fino alla fine del 2023. Inoltre hanno annunciato di essere al lavoro su film come I Fantastici Quattro (attualmente in cerca di un regista), Blade, Captain America 4 con Anthony Mackie, oltre a Spider-Man 4 insieme alla Sony/Columbia Pictures. Nel caso venisse annunciato Doctor Strange 3, difficlmente uscirebbe prima della fine del 2024 o del 2025.

Trovate tutte le informazioni su Doctor Strange nel multiverso della follia nella nostra scheda.