Del divorzio fra i Marvel Studios ed Edgar Wright per Ant-Man abbiamo riparlato giusto qualche giorno fa citando le dichiarazioni di Paul Rudd ed Evangeline Lilly contenute nel libro The Story of Marvel Studios: The Making of the Marvel Cinematic Universe.

Nel testo, le due star del franchise spiegano le loro reazioni una volta scoperto che il regista inglese, che a lungo aveva lavorato allo sviluppo del cinecomic, aveva scelto di mutuo accordo con i Marvel Studios di “abbandonare la nave”. Paul Rudd ad esempio si era così espresso:

Quando sono venuto a saperlo, stavo facendo spesa nell’upstate di New York. Mi arriva una chiamata del mio agente che mi fa “Ho delle brutte notizie”. Ho capito immediatamente. Poi mi chiama anche Edgar. Sono rimasto per un’ora nel parcheggio di un A&P parlando al telefono con Kevin Feige dicendogli “Cosa faremo? Dobbiamo cercare di riavere indietro Edgar!”. Ero davvero preoccupato e nervoso.

Potete leggere le parole della co-star del film in questo articolo.

In questi giorni, durante la promozione del suo Ultima Notte a Soho, anche Edgar Wright è tornato a parlare di Ant-man durante un AMA su reddit spiegando perché non abbia mai visto il lungometraggio diretto da Peyton Reed e perché non intenda farlo mai:

Ho deciso di non guardarlo perché così non dovrò mai dire alla gente cosa ne penso. Detto questo, una volta ero in aereo e il tizio seduto accanto a me lo stava guardando e ammetto che si è trattato di una cosa un po’ strana.

Cosa ne pensate della spiegazione data dal filmmaker Potete dircelo nei commenti qua sotto!

Se invece volete sapere tutto quello che c’è da sapere su Ultima Notte a Soho, non dovete fare altro che andare a curiosare nella nostra scheda dedicata al film!