La cerimonia dei Golden Globe si è svolta questa notte in assenza di una trasmissione televisiva, di una diretta streaming, di un red carpet, di un pubblico, di giornalisti e di celebrità che ritirassero i loro riconoscimenti. L’Hollywood Foreign Press, travolta dagli scandali dell’anno scorso, ha scelto di assegnare ugualmente i premi (soprattutto per una questione di continuità), nella speranza che l’assenza di glamour non spenga l’influenza che questi possono avere sulla stagione degli Oscar, tuttavia è innegabile che dopo tutto quello che è successo nell’ultimo anno i Globe vengano vissuti con una certa indifferenza se non con un certo imbarazzo. Persino nelle ore antecedenti l’assegnazione si è sollevato l’ennesimo polverone: pare infatti che, nonostante il nuovo regolamento varato a giugno del 2021 avesse permesso a film non in lingua inglese e film d’animazione di essere inclusi nelle categorie principali, il cambiamento non sia stato recepito e nella rosa dei nominati non fosse possibile selezionare pellicole internazionali o d’animazione. Variety si è chiesto con tono polemico se questo non metta in dubbio anche l’applicazione di altri importanti cambiamenti e riforme promessi dall’HFPA nell’ultimo anno. Le uniche celebrità che hanno partecipato alla serata sono Arnold Schwarzenegger e Jamie Lee Curtis, che hanno mandato un messaggio lodando le attività benefiche dell’associazione.

Golden Globe: i vincitori

A trionfare sul fronte dei film drammatici è Il potere del cane di Jane Campion, la quale è diventata la terza donna a vincere un Golden Globe per la miglior regia. Kodi Smit-McPhee ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista. Will Smith è stato scelto come miglior attore in un film drammatico per King Richard, mentre Nicole Kidman è stata scelta come migliore attrice in un film drammatico per Being the Ricardos (la quarta vittoria per lei su 16 nomination).

West Side Story di Steven Spielberg, invece, ha vinto come miglior film commedia/musical, mentre Rachel Zegler ha vinto come migliore attrice in una commedia/musical e Ariana DeBose come migliore attrice non protagonista. Andrew Garfield ha vinto il Golden Globe come miglior attore in una commedia/musical per Tick, Tick… Boom!

Belfast di Kenneth Branagh ha vinto come miglior sceneggiatura, mentre No Time to Die ha vinto per la miglior canzone originale e Dune per la miglior colonna sonora (Hans Zimmer).

Drive My Car, che sta vincendo numerosi premi della critica, è stato scelto come miglior film internazionale.

Golden Globe: la lista dei premi per i film

LEGGI I VINCITORI TRA LE SERIE TV

Vi ricordiamo che le nomination agli Oscar si terranno l’8 febbraio, mentre i premi verranno consegnati il 27 marzo.