A settembre abbiamo scoperto che la Disney aveva ingaggiato Barry Jenkins, regista di Moonlight e Se la strada potesse parlare, per dirigere il prequel di Il Re Leone.

Adesso il regista, impegnato in una conversazione con Chloe Zhao per Variety, ha parlato del suo approccio al progetto:

I miei agenti mi mandano un mucchio di copioni. Quando è arrivato questo, estremamente top secret, ero molto scettico. Ho letto le prime 40 pagine e mi sono voltato verso Lulu [Wang, regista sua compagna] e ho detto: “Porca vacca, è bellissimo”. Mentre continuavo a leggere mi allontanavo sempre più dalla parte del mio cervello che pensava: “Oh, un regista come te non gira film simili” e mi avvicinavo sempre di più ad apprezzare questi personaggi e questa storia.

Quello che mi ha spinto ad andare oltre è stato James, il mio direttore della fotografia, che mi ha detto: “Sai che ti dico? C’è qualcosa di molto interessante in questo tipo di cinema che non abbiamo ancora fatto e che non molte persone hanno fatto”. È stato allora che ho risposto alla proposta dicendo: “Adorerei farlo, ma devo avere la possibilità di farlo a modo io”. E mi hanno detto di sì! Sapevo a quel punto che avevi già girato un film colossale tutto tuo con alcune delle stesse persone [Gli Eterni]. Sapere che Chloe Zhao era passata da uno dei film più belli del secolo come The Rider a un film Marvel mi ha indotto a pensare: “Oh, caz*o”. Se può farlo lei, posso farlo anche io”.

La sceneggiatura sarà scritta ancora una volta da Jeff Nathanson, che ha già consegnato una stesura iniziale. Il film sarà girato sempre con la stessa tecnologia fotorealistica impiegata da Jon Favreau, regista del primo capitolo che ha incassato 1.6 miliardi di dollari in tutto il mondo.

La trama è sotto chiave, ma fonti di Deadline sostengono che il film approfondirà la mitologia del film e esplorerà anche le origini di Mufasa.

Deadline ha spiegato che il film dovrebbe portare avanti la storia e esplorare al contempo il passato nello stile di Il padrino – Parte II, mentre l’Hollywood Reporter si è sbilanciato definendo tutto il progetto un “prequel”. A questo punto attendiamo chiarimenti.

Il Re Leone è arrivato nei cinema italiani il 21 agosto 2019 per la regia di Jon Favreau.