Il cinema tornerà ai livelli del passato quando la pandemia sarà sotto controllo? Gli incassi al box-office cinese sembrano confermarlo. Secondo quanto riporta Variety, è stato uno dei weekend di Capodanno più ricchi di sempre, e si stima che siano stati incassati complessivamente 199 milioni di dollari.

A guidare la ckassifica il dramma Little Red Flower, con 80.1 milioni di dollari in tre giorni. Seconda posizione per la commedia Warm Hug, con 50.2 milioni di dollari. Al terzo posto Shock Wave 2, con 33.8 milioni di dollari.

Al quarto posto troviamo Soul: il film Pixar è uscito al cinema in una manciata di paesi dove non è disponibile Disney+, e la pirateria sembra non aver frenato gli spettatori cinesi, che hanno gli fatto incassare ben 13.8 milioni nel secondo weekend di sfruttamento (il doppio dei 5.5 milioni di Natale), per un totale di 25.7 milioni di dollari. Secondo le proiezioni, Soul potrebbe chiudere la sua corsa intorno ai 54 milioni di dollari, diventando il secondo migliore incasso della Pixar in Cina (dopo i 189 milioni di Coco).

Quinta posizione per The Yin-Yang Master: il film incassa 11.3 milioni di dollari, in forte calo rispetto ai 34.3 milioni di dollari del debutto (per un totale di 68 milioni). La pellicola è stata accusata di plagio: il regista avrebbe copiato scene di Doctor Strange della Marvel. Il film è l’adattamento di un romanzo giapponese, e uscirà su Netflix in tutto il mondo dal 5 febbraio.

Da notare poi l’uscita di Ponyo: il film di Miyazaki è arrivato nei cinema cinesi dopo dieci anni, con 1.6 milioni di dollari in incassi. Wonder Woman 1984, invece, continua a deludere, raccogliendo solo 284mila dollari.