Come vi abbiamo raccontato, Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli probabilmente non uscirà nei cinema cinesi, nonostante gli sforzi fatti dallo stesso Kevin Feige dei Marvel Studios per rispondere alle polemiche che in questi mesi si erano create intorno al film.

Il principale ostacolo a una distribuzione nel mercato estero più redditizio al mondo potrebbero essere infatti le dichiarazioni fatte dal protagonista Simu Liu nel 2017 e che hanno iniziato a circolare nei social media cinesi in questi giorni. Intervistato dalla CBC, l’attore sino-canadese aveva parlato dei racconti che gli avevano fatto i suoi genitori sulle loro condizioni sotto il regime comunista, definendo la Cina un paese del “terzo mondo” dove le persone “morivano di fame”.

Liu ha così voluto rispondere indirettamente alle polemiche in una storia Instagram:

Quello che la stampa occidentale non riporta è l’incredibile sostegno avuto da tutto il mondo, Cina compresa.

La stampa polarizza tutti noi e ci mette l’uno contro l’altro, ma ho assistito in prima persona al sostegno e alla gentilezza da tutte le persone e so che abbiamo fan da tutto il mondo che non vedono l’ora di vedere il nostro film e scrivere la storia con noi.

Che cerchiate positività o tossicità sui social, troverete ciò che fa al caso vostro. Grazie a tutti i fan Marvel in Cina e a tutto il mondo.

simu liu

 

Il film Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli è uscito il 3 settembre 2021 (è arrivato il 1° in Italia) e ha per regista Destin Daniel Cretton (Il castello di vetro) su uno script di Dave Callaham (Wonder Woman 1984, Spider-Man: Un nuovo universo). Sarà il terzo film Marvel del 2021 oltre a Eternals Black Widow con Scarlett Johansson e Florence Pugh.

Tony Leung interpreta il Mandarino mentre Simu Liu è il protagonista del lungometraggio. Nel cast anche Awkwafina, Florian Munteanu e Meng’er Zhang.

Il personaggio è stato creato nel 1973 da Steve Englehart (testi) e Jim Starlin (disegni).

Cosa ne pensate? Diteci come sempre la vostra nei commenti qua sotto!