Spider-Man e Sony: un ex avvocato della Marvel parla dei diritti di sfruttamento legati ai fumetti

Spider-Man: No Way Home

Paul Sarker, ex avvocato della Marvel, è stato intervistato da Comicbook a proposito di una serie di argomenti, e ha risposto ad alcune curiosità come ad esempio su come faccia un attore ad apparire sia in un film Marvel che DC Comics.

Ha inoltre risposto a un quesito sui diritti di Marvel e Sony quando si tratta di fumetti.

La Marvel, come noto, continua a pubblicare fumetti di Spider-Man pur non avendo la possibilità di girare dei film senza prima un accordo con la Sony. L’avvocato ha spiegato che gli accordi in essere prevedono che la Sony abbia diritti sui nuovi personaggi introdotti nei fumetti anche decenni dopo la firma dei contratti:

L’idea è che nell’universo di Spider-Man tutto ciò che succede nei fumetti, ogni personaggio nei fumetti diventa anche un personaggio cinematografico. […] I fumetti non sono statici, no? È la cosa che amano i fan, giusto? Amano che le cose cambino, che le storie evolvano. Perciò se nasce un personaggio nuovo nei fumetti, la Sony, a quanto so, ha i diritti per sfruttarlo nei suoi film se fa parte della famiglia di Spider-Man.

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.