È a margine di un’intervista a tutto tondo con Deadline che Tom Rothman, capo di Sony / Columbia Pictures, parla per la prima volta di The Movie Critic, il decimo film di Quentin Tarantino le cui riprese sarebbero dovute iniziare a breve e che invece è stato improvvisamente cancellato.

Rothman ha speso belle parole sulla pellicola e soprattutto sul significato che ha per Tarantino, confermando che il suo prossimo film sarà davvero l’ultimo:

Dirò solo questo. Ho un rispetto immenso per Quentin, ed è un vero artista, e la sua arte è più importante di qualsiasi altra cosa per lui. Rispetto molto questa cosa. Penso che sia davvero, davvero determinato a far sì che questo decimo film sia anche il suo ultimo. Sono sicuro che farà tantissime cose creative molto vibranti perché è un’assoluta fonte di creatività, ma vuole che questo suo ultimo film sia significativo per lui. E come puoi dargli contro? Gli si può dire: metticela tutta. Quindi sì, penso che alla fine succederà quello che è successo con Kubrick e tanti altri registi, e cioè che questo sarà stato il più grande film che non ha mai realizzato. Mi consola enormemente sapere che qualsiasi film scelga come suo ultimo film sarà, in effetti, ancora migliore.

Rothman ha poi aggiunto di essere “molto ottimista” sul fatto che Sony distribuisca il suo prossimo film. Anche perché, in questo senso, Tarantino glie lo deve…

BadTaste è anche su TikTok, seguiteci!

Classifiche consigliate