La recensione di Federer: gli ultimi dodici giorni, il documentario sul finale di carriera di Roger Federer disponibile su Prime Video.

Ha una storia strana questo documentario su Roger Federer e gli ultimi dodici giorni della sua vita da tennista professionista (dall’annuncio del ritiro fino alla fine della Laver Cup, un piccolo torneo tra celebrities del tennis organizzato come una festa). Nasce come video privato, cioè come produzione che Federer ha commissionato a Joe Sabia per avere memoria audiovisiva di quel momento preciso della sua vita. In seguito è stato deciso di farne un film e per questo è stato coinvolto Asif Kapadia. Tralasciando il fatto che si tratta di una produzione di livello incredibile per essere un video privato (ma i fondi non mancano), il fatto che poi il prodotto finito, arricchito di video d’epoca e interviste realizzate da Kapadia, sia quanto di più moscio e svogliato si sia visto da uno dei documentaristi più bastardi (nel senso cinematograficamente buono...