I maggiori incassi del 2021 negli Stati Uniti: i cinecomic guidano un anno di transizione

spider-man no way home zendaya tom holland
Il 2021 è stato indubbiamente un anno di transizione per quanto riguarda l’esercizio cinematografico, negli Stati Uniti così come nel resto del mondo, e la cosa si riflette inevitabilmente negli incassi complessivi. Riguardando i dati dell’anno appena concluso non si possono non notare aspetti positivi così come aspetti di estrema difficoltà: la ripresa c’è stata, ma sarà il 2022 l’anno in cui potrà veramente dirsi compiuta. C’è chi spera che i numeri tornino a essere quelli pre-pandemici, ma è indubbio che il Covid abbia premuto sull’acceleratore di processi iniziati ben prima. L’anno appena iniziato proporrà nuovi modelli frutto di compromessi: se nel 2021 major come la Warner Bros. hanno insistito a distribuire in contemporanea al cinema e in streaming i propri titoli (penalizzando non poco gli incassi cinematografici), nel 2022 verrà sdoganata in via definitiva la riduzione delle finestre distributive, che in media passeranno dai precedenti 90 giorni a 45 giorni tra l’uscita in sala e quella in digitale/streaming.

Parlando di numeri, il 2021 si è chiuso con 4.5 miliardi di dollari in incassi cinematografici. È una crescita del 112% rispetto al 2020, penalizzato dal lockdown di marzo e dal rinvio di tutti i principali blockbuster per la restante parte dell’anno. Ma è anche un crollo del 61% rispetto agli 11.3 miliardi di dollari del 2019 (dal 2015 al 2019 sono sempre stati incassati più di 11 miliardi di dollari negli USA). Dimezzato anche il numero di film usciti in sala: va ricordato che i cinema americani sono rimasti sostanzialmente chiusi fino a fine marzo, quando è uscito Godzilla vs. Kong e le major hanno ripreso a far uscire blockbuster con una certa regolarità solo a partire da maggio/giugno.

Il fenomeno di Spider-Man: No Way Home, che è riuscito a battere record facendo riversare moltissimi spettatori in sala nonostante i timori per la variante Omicron, lascia ben sperare per un 2022 ricco di blockbuster interessanti. Quello che è chiaro, guardando la top-10 dei maggiori incassi dell’anno, è che nel 2021 gli spettatori hanno premiato i cinecomic e i film d’azione e i sequel (l’unico titolo originale è Free Guy), mentre le pellicole più ricercate o impegnate (“da Oscar”) sono state profondamente penalizzate. Questo anche perché gli spettatori appartenenti alla fascia d’età over-45 sembrano essere ancora restii a tornare in sala: negli USA sono state infatti imposte molte meno limitazioni legate alla sicurezza per il Covid-19 (come l’obbligo di mascherina o il green-pass che vige in Italia). Molto dipenderà dall’andamento della pandemia, ma sarà fondamentale capire se nel 2022 questo pubblico tornerà al cinema o avrà compiuto il definitivo passaggio allo streaming, segnando quindi un drastico cambiamento nella distribuzione di certi titoli.

I 10 MAGGIORI INCASSI DEL 2021 NEGLI STATI UNITI

L’unico film nella top-ten uscito nella prima metà dell’anno è A Quiet Place 2. L’incasso elevato, oltre a dimostrare da subito l’interesse delle fasce più giovani di spettatori per il ritorno al cinema, ha sottolineato anche l’importanza dell’uscita esclusiva al cinema contro altre forme di distribuzione. Da notare, comunque, che solo tre titoli hanno superato i 200 milioni di dollari complessivi, e sono tutti usciti negli ultimi mesi dell’anno.

  1. SPIDER-MAN: NO WAY HOME – $557,100,000
  2. SHANG-CHI E LA LEGGENDA DEI DIECI ANELLI – $224,543,292
  3. VENOM: LA FURIA DI CARNAGE – $212,527,511
  4. BLACK WIDOW – $183,651,655
  5. FAST & FURIOUS 9 – $173,005,945
  6. ETERNALS – $164,619,884
  7. NO TIME TO DIE – $160,772,007
  8. A QUIET PLACE 2 – $160,072,261
  9. GHOSTBUSTERS: LEGACY – $122,388,060
  10. FREE GUY – $121,626,598

LA QUOTA MERCATO DEGLI STUDIOS NEL 2021 NEGLI STATI UNITI

  1. Sony Pictures (18 film) – $1,059,304,279 / 23.59%
  2. Disney (9 film) – $921,670,224 / 20.52%
  3. Universal (19 film) – $653,981,064 / 14.56%
  4. Warner Bros. (20 film) – $643,553,460 / 14.33%
  5. United Artists (8 film) – $322,759,282 / 7.19%
  6. Paramount Pictures (7 film) – $278,126,999 / 6.19%
  7. 20th Century Studios / Disney (6 film) – $200,056,870 / 4.45%
  8. Lionsgate (9 film) – $101,207,337 / 2.25%
  9. FUNimation (2 film) – $57,467,647 / 1.28%
  10. Focus Features / Universal (17 film) – $56,113,871 / 1.25%

 

Fonte: BOM / TheNumbers

 

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.