Spider-Man – Un nuovo universo ha molto di cui vantarsi. Ha rivoluzionato l’animazione ideando uno stile grafico mai visto fino ad ora. Ha una resa dei dettagli simile al rotoscopio, e la fluidità dei movimenti di un fumetto sfogliato molto velocemente.
Ma non solo! I personaggi esistono, pensano e hanno i tempi della vita come in un fumetto. 

Ci sono legami temporali tra una scena e l’altra che non vengono percepiti dai protagonisti. Tra un’inquadratura e la successiva possono passare ore (nella storia), ma Miles e i suoi comprimari sembrano avere attraversato quell’arco di tempo come con un giro di pagina. 

Spider-Man – Un nuovo universo può vantare anche di avere vinto uno storico Premio Oscar come miglior film di animazione rompendo lo strapotere ininterrotto dal 2011 della Disney e della Pixar. Di essere uno dei rari film Marvel (e Sony) con brani di colonna sonora memorabili diventati hit. 

Dal punto di vista emotivo il film contiene anche l’ultimo...