Sophia Bush è tornata a parlare del suo abbandono a Chicago PD dopo la quarta stagione nel 2017.

L’attrice interpretava la Detective Erin Lindsay che, dopo quattro stagioni, lasciò il distretto per andare a lavorare nel FBI. Il personaggio apparve anche nelle altre serie Chicago FireChicago Med e Chicago Justice. Ospite di un episodio del podcast Armchair Expert with Dax Shepard, Sophia Bush ha raccontato i motivi per cui ha lasciato Chicago PD.

L’attrice ha raccontato che il clima non era più tollerabile, delle aggressioni verbali subite da altri uomini, e di come nessuno facesse nulla per cambiare la situazione. Ha sottolineato che se fosse rimasta non sa se sarebbe ancora in vita per parlarne, e probabilmente l’avrebbe fatta finita per  la situazione di oppressione.

Ha parlato poi delle pessime condizioni lavorative per cast e troupe, con set freddi in cui si congelava, una situazione che, a quanto pare, causò la polmonite a ben sei persone. Ha inoltre aggiunto che da parte della produzione ci fosse solo la richiesta che il lavoro fosse svolto per tempo.

Chicago PD è al momento alla nona stagione, la serie va in onda su NBC ed è disponibile su Amazon Prime Video nel nostro paese.
Di seguito una breve sinossi:

Le vicende della polizia di Chicago, delle sua unità di pattuglia e del reparto d’intelligence: un impegno costante nella lotta quotidiana contro il crimine che affligge le strade della città.

Cosa ne pensate delle parole di Sophia Bush? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se  preferite, sui nostri canali social.

Fonte: Screen Rant