AGGIORNAMENTO – Come specificato poi da Deadline, si tratterà di una serie antologica NON COLLEGATA a quelle di The Haunting of composta da 8 episodi, 4 dei quali verranno diretti dallo stesso Mike Flanagan.

Fresco del successo di Midnight Mass (ECCO LA SCHEDA DELLA SERIE TV), la nuova serie horror realizzata per Netflix, Mike Flanagan è pronto a mettersi al lavoro sulla terza stagione di Haunting of Hill House, nome che convenzionalmente viene impiegato come “ombrello” per le acclamate produzioni antologiche seriali realizzate dal filmmaker.

Dopo aver lavorato su L’incubo di Hill House di Shirley Jackson e Il giro di vite e altri racconti di Henry James, la terza stagione di Haunting of Hill House sarà basata sul popolare racconto di Edgar Allan Poe La caduta della casa degli Usher anche se, come specifica The Wrap, proprio come nella seconda stagione, The Haunting of Bly Manor, il tutto prenderà ispirazione anche da altre popolari opere gotiche del leggendario scrittore di Boston.

Per Mike Flanagan e il suo socio Trevor Macy si tratterà della quinta produzione seriale realizzata per Netflix, quelle citate qua e l’ancora inedita The Midnight Club.

Per quel che riguarda La caduta della casa degli Usher non si conoscono ancora i dettagli del cast anche se, data l’abitudine del regista di riutilizzare spesso volti già noti a chi conosce la sua filmografia o le sue serie TV, è possibile che ritroveremo qualche attore già visto nelle precedenti stagioni o in Midnight Mass.

Come ci ricorda Wikipedia:

La caduta della casa degli Usher (The Fall of the House of Usher) è un racconto del terrore scritto da Edgar Allan Poe. È conosciuto anche coi titoli La rovina della casa degli Usher e Il crollo della casa Usher.

Il racconto venne pubblicato per la prima volta nel 1839 sul periodico The Graham’s Lady and Gentleman’s Magazine, in seguito nella raccolta Racconti del grottesco e dell’arabesco.

Questo racconto, come quasi tutti quelli scritti da Edgar Allan Poe, è narrato in prima persona e non vengono specificati tratti caratteristici del protagonista, se non quelli necessari allo svolgimento della trama: non si sa come si chiami il protagonista, l’età o la storia personale. Nel racconto sono molto evidenziati i temi e le descrizioni cupi classici dello stile di Poe, in particolare nella descrizione iniziale della dimora.

Il racconto è stato adattato più volte per il grande schermo. Una delle versioni più note è quella conosciuta in Italia col titolo “I vivi e i morti” diretto da Roger Corman e interpretato dal grande Vincent Price.

Questa la sinossi del racconto (via Amazon):

Peter riceve una lettera da Roderick Usher, suo amico d’infanzia. Nella missiva, l’uomo gli chiede, in un tono di supplica, di raggiungerlo nella sua casa di famiglia. L’incontro con il vecchio amico è triste, perché Roderick Usher è chiaramente malato. Il suo aspetto è pallido, emaciato; i suoi nervi sono scoperti e vive in perenne stato di ansia. Anche la sorella gemella di lui, lady Madeleine, è in condizioni disperate e dopo alcuni giorni si spegnerà. Roderick, in preda a un lucido delirio, decide di preservare il corpo dell’amata sorella dall’indiscrezione dei dottori e, dopo aver convinto l’amico ad aiutarlo, lo seppellisce nei sotterranei della casa. Passano i giorni e Roderick percepisce qualcosa di macabro e orribile.

Qua sotto trovate alcune nostre interviste fatte ai junket di Hill House e Bly manor:

 

 

 

 

 

 

Quanto attendete questa terza stagione di Haunting of Hill House? Ditecelo nei commenti!